Indice del post come risolvere controversie dei consumatori grazie alle procedure adr

Le procedure Adr (Alternative Dispute Resolution) » Ovvero come risolvere le controversie dei consumatori senza tribunali e avvocati

Il focus sulle procedure Adr, anche alternative dispute resolution: vi spieghiamo come risolvere le controversie dei consumatori senza tribunali e avvocati. Siete in conflitto con un'impresa, un professionista, con una pubblica amministrazione, nel vostro paese o all'estero? Se non riuscite a risolvere il problema con una composizione amichevole, potete naturalmente adire un giudice, ma potete anche considerare l'ipotesi di fare ricorso a un modo alternativo di risoluzione della controversia. Infatti, oltre alla mediazione disciplinata dal D.Lgs 28/2010 e successive modifiche, che è uno strumento utilizzabile indifferentemente sia da consumatori che da aziende e professionisti, vi sono degli altri strumenti [ ... leggi tutto » ]

Come funziona La risoluzione alternativa Adr delle controversie dei consumatori

Vediamo come funziona, in linea piuttosto generale, la nuova procedura ADR per la risoluzione alternativa delle controversie dei consumatori. Con la nuova risoluzione alternativa delle controversie dei consumatori l'acronimo ADR (Alternative Dispute Resolution) entra anche nel lessico legislativo italiano, anche se ormai già globalmente adottato per individuare quei procedimenti stragiudiziali di composizione delle liti civili diversi dal processo. La nuova normativa viene introdotta integrando e modificando il codice del consumo (decreto legislativo 206/2005): più precisamente l’articolo 141 viene sostituito e vengono inseriti altri nove articoli (dal 141-bis al 141-decies). Accanto agli organismi di mediazione fanno ingresso nell'ordinamento gli organismi [ ... leggi tutto » ]

Come cambia il codice del consumo grazie all'attuazione delle procedure Adr per la risoluzione delle controversie dei consumatori

Vediamo come cambia il codice del consumo grazie all'attuazione delle procedure Adr per la risoluzione delle controversie dei consumatori Come gà accennato nei precedenti paragrafi, la direttiva europea, 2013/11/UE, sulla risoluzione alternativa delle controversie di consumo e di utenza, nonché il regolamento n. 524/2013 relativo alla risoluzione on-line delle controversie dei consumatori originate dai contratti del commercio elettronico, sono stati adottati il 21 maggio 2013. La direttiva, che va a modificare l'articolo 141 del codice del consumo, doveva essere recepita entro il 9 luglio 2015, mentre il regolamento è progressivamente applicabile dall'8 luglio 2013 al 9 gennaio 2016. L’articolo [ ... leggi tutto » ]

Cosa cambia in sostanza per i consumatori con l'attuazione delle procedure ADR per la risoluzione delle controversie

Ma in sostanza, cosa cambia per i consumatori con l'attuazione delle procedure ADR per la risoluzione delle controversie? Cerchiamo di chiarire la questione nel paragrafo successivo. In sostanza, in futuro, se vorrai contestare, al rivenditore di elettrodomestici la lavatrice che non funziona o, alla catena di centri commerciali, il nuovo smartphone che si è rotto dopo pochi giorni, se avrai da ridire nei confronti del professionista per il servizio di qualità scadente che ti è stato erogato, se vorrai ottenere il risarcimento dal mediatore mobiliare per un investimento sbagliato o poco trasparente non dovrai più ricorrere né al tribunale, [ ... leggi tutto » ]

Gli organismi ADR per la risoluzione delle controversie dei consumatori e le loro caratteristiche

Ma dunque, praticamente, chi sono questi organismi ADR per la risoluzione delle controversie dei consumatori, e che caratteristiche hanno? Facciamo luce sulla questione. I nuovi organismi Adr saranno differenti da quelli di mediazione previsti dalla nostra legge come condizione di procedibilità per le azioni giudiziarie. In questo caso si tratta di organismi iscritti negli appositi elenchi istituiti presso ciascuna autorità competente per le diverse materie. Queste ultime sono: il ministero della Giustizia e quello dello Sviluppo economico per la mediazione in materia di consumo; la Consob per le controversie insorte tra investitori e intermediari per la violazione da parte [ ... leggi tutto » ]

Procedura ADR (Alternative Dispute Resolution) nel contenzioso fra consumatore e professionista

Nei rapporti tra consumatore e professionista, le parti devono tentare la composizione stragiudiziale delle controversie in materia di consumo, adottando la procedura ADR (Alternative Dispute Resolution). Il consumatore, tuttavia, non puo' essere privato in nessun caso del diritto di adire il giudice competente qualunque sia l'esito della procedura di composizione stragiudiziale. L'organismo ADR è un qualsiasi organismo, a prescindere dalla sua denominazione, istituito su base permanente, che offre la risoluzione di una controversia attraverso una procedura ADR ed e' iscritto in un apposito elenco. Introdotto dal decreto legislativo 130/15 l'obbligo della procedura ADR, nella composizione stragiudiziale delle [ ... leggi tutto » ]

Quali obblighi e requisiti hanno gli organi ADR che si occupano della composizione stragiudiziale delle controversie in materia di consumo

Vediamo obblighi e requisiti degli organismi ADR preposti alla composizione stragiudiziale delle controversie in materia di consumo. Gli organismi ADR possono mantenere e introdurre norme procedurali che consentano loro di rifiutare il trattamento di una determinata controversia quando il consumatore non ha tentato di contattare il professionista interessato per discutere il proprio reclamo ne' cercato, come primo passo, di risolvere la questione direttamente con il professionista; se la controversia e' futile o temeraria; se la controversia e' in corso di esame o e' gia' stata esaminata da un altro organismo ADR o da un organo giurisdizionale; oppure quando il [ ... leggi tutto » ]

La procedura ADR per le negoziazioni paritetiche di composizione stragiudiziale delle controversie fra consumatore e professionista

Vediamo come funziona la procedura ADR per le negoziazioni paritetiche di composizione stragiudiziale delle controversie fra consumatore e professionista. Gli organismi ADR in cui le persone fisiche incaricate della risoluzione delle controversie fanno parte di un organismo collegiale, devono disporre che il collegio sia composto da un numero uguale di rappresentanti degli interessi dei consumatori e di rappresentanti degli interessi dei professionisti. Le procedure svolte dinanzi agli organismi ADR in cui parte delle persone fisiche incaricate della risoluzione delle controversie sono assunte o retribuite esclusivamente dal professionista o da un'organizzazione professionale o da un'associazione di imprese di cui il [ ... leggi tutto » ]

Altri oneri di cui sono obbligati gli organismi ADR in materia di composizione stragiudiziale delle controversie fra consumatore e professionista

Esistono, inoltre, altri oneri di cui sono obbligati gli organismi ADR in materia di composizione stragiudiziale delle controversie fra consumatore e professionista. E' fatto obbligo agli organismi ADR, di rendere disponibili al pubblico sui loro siti web, informazioni chiare e facilmente comprensibili riguardanti, tra l'altro, le modalita' di contatto, l'indirizzo postale e quello di posta elettronica; il proprio inserimento negli appositi elenchi; le persone fisiche incaricate della procedura ADR, i criteri seguiti per il conferimento dell'incarico nonche' per la loro successiva designazione e la durata del loro incarico; a competenza, l'imparzialita' e l'indipendenza delle persone fisiche incaricate della procedura [ ... leggi tutto » ]

Le procedure ADR e la rrisoluzione stragiudiziale in materia di consumo

Vediamo quali sono gli effetti della procedura ADR sui termini di prescrizione e decadenza in merito alla risoluzione stragiudiziale in materia di consumo. Dalla data di ricevimento da parte dell'organismo ADR, la relativa domanda produce sulla prescrizione gli effetti della domanda giudiziale. Dalla stessa data, la domanda impedisce altresi' la decadenza per una sola volta. Se la procedura ADR fallisce, i relativi termini di prescrizione e decadenza iniziano a decorrere nuovamente dalla data della comunicazione alle parti della mancata definizione [ ... leggi tutto » ]

30 settembre 2015 · Andrea Ricciardi

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su indice del post come risolvere controversie dei consumatori grazie alle procedure adr. Clicca qui.

Stai leggendo Indice del post Come risolvere controversie dei consumatori grazie alle procedure ADR Autore Andrea Ricciardi Articolo pubblicato il giorno 30 settembre 2015 Ultima modifica effettuata il giorno 1 ottobre 2015 Classificato nella categoria tutela consumatori - contenzioso con professionisti sovraindebitamento e piano del consumatore Inserito nella sezione tutela consumatori.



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca