Non ci sono i termini per un ravvedimento riguardo all'omessa denuncia tarsu

Non ci sono, nel suo caso, i termini per un ravvedimento.

Inoltre, a partire dal gennaio 2007, relativamente all'accertamento d'ufficio delle omesse dichiarazioni o degli omessi versamenti, gli enti locali devono notificare al contribuente, anche a mezzo posta con raccomandata con avviso di ricevimento, un apposito avviso di accertamento motivato (a pena di decadenza) entro il 31 dicembre del quinto anno successivo a quello in cui la dichiarazione o il versamento sono stati o avrebbero dovuto essere effettuati.

Entro gli stessi termini devono essere contestate o irrogate le sanzioni amministrative tributarie previste dalla legge.

La sanzione è tra un minimo del 100 ed un massimo del 200% dell'imposta dovuta. Essa è ridotta ad un quarto del minimo se, entro il termine per ricorrere alle commissioni tributarie (60 giorni) interviene adesione del contribuente all'avviso di accertamento.

Dunque le sanzioni, nel suo caso, sarebbero pari al 25% dell'imposta dovuta se paga entro 60 giorni dall'avviso di accertamento, quando le arriverà.

Vanno po aggiunti gli interessi legali sull'imposta evasa (dal 1/1/2011 il tasso è dell'1,5% calcolato giornalmente).

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca