Non ci sono i termini per un ravvedimento riguardo all'omessa denuncia TARSU

Non ci sono, nel suo caso, i termini per un ravvedimento.

Inoltre, a partire dal gennaio 2007, relativamente all'accertamento d'ufficio delle omesse dichiarazioni o degli omessi versamenti, gli enti locali devono notificare al contribuente, anche a mezzo posta con raccomandata con avviso di ricevimento, un apposito avviso di accertamento motivato (a pena di decadenza) entro il 31 dicembre del quinto anno successivo a quello in cui la dichiarazione o il versamento sono stati o avrebbero dovuto essere effettuati.

Entro gli stessi termini devono essere contestate o irrogate le sanzioni amministrative tributarie previste dalla legge.

La sanzione è tra un minimo del 100 ed un massimo del 200% dell'imposta dovuta. Essa è ridotta ad un quarto del minimo se, entro il termine per ricorrere alle commissioni tributarie (60 giorni) interviene adesione del contribuente all'avviso di accertamento.

Dunque le sanzioni, nel suo caso, sarebbero pari al 25% dell'imposta dovuta se paga entro 60 giorni dall'avviso di accertamento, quando le arriverà.

Vanno po aggiunti gli interessi legali sull'imposta evasa (dal 1/1/2011 il tasso è dell'1,5% calcolato giornalmente).

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su non ci sono i termini per un ravvedimento riguardo all'omessa denuncia tarsu.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

  • RICCARDO SAK 2 agosto 2013 at 17:00

    Buon giorno,
    vi presento il mio grosso problema ,nel lontano 1990 ho comperato un Box,
    mi sono recato in comune per registrare l'acquisto.
    Ho sempre pagato l'ICI su abitazione e box e la tassa sui rifiuti convinto che il totale
    comprendesse appartamento e box.
    Solo ultimamente alla Caf. e venuto fuori il grosso problema.
    Cosa posso fare per mettere in regola tutto.
    Vi rigrazio e saluto cordialmente
    Riccardo

    • Simone di Saintjust 2 agosto 2013 at 17:37

      Quando si accorgeranno (se se ne accorgeranno) del suo grosso problema, le presenteranno il conto, comprensivo di sanzioni ed interessi. Che, tuttavia, sarà limitato agli ultimi 5 anni. Pagando subito, senza fiatare, potrà ottenere anche un sensibile sconto sulle sanzioni (acquiescenza).

      Ora, io credo (è una mia opinione, sia chiaro) che lo scenario appena illustrato risulti molto più conveniente (dal punto di vista economico) di quello che la vede andare domani in Comune, ufficio tributi locali, a far notare che lei, nel lontano 1990, ha commesso un grosso errore ...

    1 2 3