Prescrizione e decadenza delle sanzioni amministrative - Ordinanza-ingiunzione in materia di violazioni previste dal Codice della strada

La Legge numero 689/1981, di cui abbiamo parlato sopra, riguarda le sanzioni amministrative in generale: in materia di sanzioni amministrative previste dal Codice della strada, devono ritenersi prevalenti per il principio di specialità le norme previste dallo stesso Codice della strada.

La specialità e la prevalenza della norme del Codice della strada rispetto alla Legge numero 689/1981 sono del resto espressamente sancite dall'articolo 194 del Codice della strada.

Ci si chiede dunque se l'ordinanza-ingiuzione prevista dal Codice della strada sia soggetta al termine di prescrizione quinquennale in base all'articolo 28 della Legge numero 689/1981 o piuttosto ai termini di cui all'articolo 204 del Codice della strada.

Al riguardo bisogna distinguere tra:

  • sanzioni amministrative per cui è ammesso il pagamento in misura ridotta;
  • sanzioni amministrative per cui non è ammesso il pagamento in misura ridotta.

Sanzioni amministrative per cui è ammesso il pagamento in misura ridotta

Per tali sanzioni, l'interessato può:

  • pagare in misura ridotta, entro 60 giorni;
  • fare ricorso al Prefetto, entro 60 giorni. In tal caso, il Prefetto dovrà adottare l'ordinanza-ingiunzione entro 180 giorni dalla proposizione del ricorso e notificarla entro i successivi 150 giorni, ai sensi dell'articolo 204 del Codice della strada. Se questi termini non vengono rispettati, l'ordinanza-ingiunzione sarà invalida;
  • non fare ricorso al Prefetto e non effettuare alcun pagamento; in tal caso il verbale diventa esso stesso titolo esecutivo, per cui non sarà emessa alcuna ordinanza-ingiunzione (articolo 203, comma 3, del Codice della strada).

In sostanza, per le sanzioni amministrative per cui è ammesso il pagamento in misura ridotta, i termini di cui all'articolo 204 (180 giorni per l'adozione dell'ordinanza e 150 giorni per la notifica della stessa) si applicano solo se l'interessato abbia proposto opposizione al Prefetto.

Se l'interessato non presenta opposizione al Prefetto, la questione non si pone, in quanto non verrà emessa alcuna ordinanza-ingiunzione e lo stesso verbale diventerà il titolo esecutivo.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su prescrizione e decadenza delle sanzioni amministrative - ordinanza-ingiunzione in materia di violazioni previste dal codice della strada.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

  • guido2 6 ottobre 2014 at 23:11

    Salve vorrei sapere delle multe amministrativamente arrivate tramite cartelle esattoriali stiamo parlando di multe sugli assegni protestasti qualè la prescrizione

    • Ornella De Bellis 7 ottobre 2014 at 04:38

      L'ordinanza ingiunzione deve essere notificata, a pena di decadenza, entro 90 giorni dalla data in cui è stato levato il protesto. In caso di mancato pagamento della sanzione, la cartella esattoriale deve essere notificata entro cinque anni dal protesto.

      Il termine di prescrizione, una volta notificata correttamente la cartella esattoriale, è quinquennale.