Recupero crediti e saldo stralcio

Circa un mese e mezzo fa ho scoperto parlando con mio padre che lui aveva un debito con una finanziaria mai pagato. Mio padre percepisce una pensione sociale e non ha proprietà di alcun tipo.

Il giorno seguente ho contattato la società di recupero crediti da cui era stato contattato ed ho palesato la mia intenzione ad assumermi l'onere di pagare il debito di mio padre.

Lo stesso giorno ho firmato una proposta di versamento a saldo stralcio. Dopo un mese, non ricevendo risposta, ho ricontattato la società di recupero crediti chiedendo informazioni e mi hanno risposto che la proposta è stata rigettata e che dovevo offrire di più.

Cosi nei giorni scorsi ho rispedito un'altra proposta con un importo superiore.

Ora, io mi occupo di astronomia e sono evidentemente a digiuno (come immagino molti) dei meccanismi e delle procedure di recupero crediti.

Mi piacerebbe capire solamente se le cose stanno andando come devono.

Stiamo parlando di cifre tutto sommato modeste, il debito compresi gli interessi sale a circa novemila euro io ho fatto una prima proposta di 5000 ed una seconda di 6000.

Dato i tempi che corrono anche le “briciole” sono utili. La cosa che mi colpisce è che è passato più di un mese dal momento in cui ho comunicato che avevo intenzione di sanare il debito. Tutto normale?

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su recupero crediti e saldo stralcio.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.