Rate del mutuo non pagato - Proposta di un piano di rientro non accettata

E' un anno e mezzo che non pago le rate del mutuo perché ho avuto problemi di lavoro: dopo un primo contatto con la banca a gennaio 2011, mi hanno inviato precetto incaricando una società di recupero crediti.

Dopo vari contatti nei quali mi si chiedeva almeno la metà della somma subito (30.000) ed il resto dopo qualche mese (gli altri 35.000 circa), non avendo possibilità di tale pagamento tramite il mio avvocato ho inoltrato proposta di piano di rientro proponendo una piccola somma subito (13.000 circa) e rate da circa 800 euro mensili facendo presente che sono in attesa di ricevere soldi a me dovuti dal precedente datore di lavoro con i quali procedere ad ulteriore pagamento.

Sono passati circa 4 mesi e dopo vari solleciti dal mio avvocato( al quale veniva risposto che la banca non aveva dato risposta) negli ultimi contatti l'avvocato della società di recupero si diceva pessimista sull'accettazione della mia proposta invitando a formularne un'altra più consistente!

Stante la mia situazione ho dovuto ribadire la proposta precedente ed adesso sono in attesa.. Cosa può succedere? Secondo voi procederanno direttamente al pignoramento (spero che contattino l'avvocato almeno per dirglielo ed avvisarmi prima!). Cosa mi consigliate di fare?

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su rate del mutuo non pagato - proposta di un piano di rientro non accettata.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.