Isee per famigliare a carico? o nuovo stato di famiglia anagrafico?ancora dubbi

Tag: 

Domanda di francescoloisee
29 maggio 2012 at 00:15

Ritorno su una domanda espressa pochi giorni fa a cui ho gia ottenuto risposta che riformulo (con nuovi dubbi) per rendere comprensibile a chi la legge per la prima volta.

Il mio quesito era se con la mia situazione: persona disabile senza reddito, convivente e nello stesso stato di famiglia con la propria fidanzata (percepente reddito) fossi ancora considerato a carico dei miei genitori (residenti in un altra città); come mi aspettavo mi è stato detto di si almeno fin quando non mi sposerò o non supererò il reddito minimo consentito, Quello che però non sapevo e che anche a fini isee sono da considerare a loro carico. Questo ha fatto sorgere in me nuovi dubbi: dubbi maggiorati dalla poca chiarezza del sito inps o forse dalla mia ignoranza in materia. Infatti rileggendo il sito dell’inps in cui specifica le persone facenti parte a fine isee del nucleo famigliare io sarei da includere in 4 punti diversi contrastanti tra loro.

Riporto solo i punti di mio interesse:

Ai fini dell’I.S.E.E. ogni persona puo' appartenere ad un solo nucleo familiare.

1.Fanno parte del nucleo familiare:
punto E: i figli maggiorenni che sono a carico ai fini IRPEF;
punto H: le persone a carico ai fini IRPEF anche se non presenti nello stato di famiglia del dichiarante
punto F: tutte le persone presenti nello stato di famiglia anagrafico;

2.Non fanno parte del nucleo familiare:
punto A: le persone a carico, ai fini IRPEF, di soggetti non presenti nel medesimo stato di famiglia;

Quindi vista la mia situazione di figlio a carico dovrei tener di conto i punti E/H ma nello stesso tempo sono anche nelle situazioni descritte dal punto F e A in quanto quando ho cambiato residenza al comune ho dichiarato il legame affettivo con la mia compagna e sono stato inserito nel suo stesso stato di famiglia anagrafico.

La mia domanda e'

condiderando che l’isee questo anno dovremmo presentarlo, sia io con la mia ragazza che i miei genitori, dove devo figurare? Con i miei, perche' a loro carico? O con la mia compagna, perche' appartenenti entrambi allo stesso stato di famiglia anagrafico? E se fossi “obbligato” per legge a figurare nell’isee dei miei, la mia ragazza non sarebbe in dovere di dichiarare anche me (senza reddito ma in possesso di beni mobili)? E questo non contraddirebbe con cio' che e' scritto nel sito dell’inps stesso quando dice che “Ai fini dell’I.S.E.E. ogni persona puo' appartenere ad un solo nucleo familiare”. E un ultima cosa: io posso scegliere (solamente a fini isee) di non essere a carico dei miei genitori? In quanto avendo creato una nuova famiglia in questo momento le agevolazioni riguardanti l’isee servirebbero piu' a me che a loro.

Risposta di Ornella De Bellis
29 maggio 2012 at 09:55

Come spiegato sul sito INPS, fanno parte del nucleo familiare i figli maggiorenni che sono a carico IRPEF. Vale forse la pena ricordare che i figli sono a carico IRPEF anche se non convivono con i genitori e sono stati inclusi in una diversa famiglia anagrafica (stato di famiglia).

Dunque, ad esclusione dei figli, eventuali altri soggetti maggiorenni a carico IRPEF, non presenti nello stato di famiglia, non rientrano nel nucleo familiare del soggetto percipiente reddito. Tanto per fare un esempio, Caio maggiorenne e senza reddito, nipote di Tizio (soggetto percipiente reddito) puo' essere a carico IRPEF di Tizio, anche se non ha la stessa residenza di Tizio (e dunque se non rientra nello stato di famiglia di Tizio). Purche' Tizio versi periodicamente a Caio assegni alimentari. Le istruzioni riportate sul sito INPS chiariscono, allora, che Caio, maggiorenne e senza reddito, pur essendo a carico IRPEF di Tizio (altri familiari a carico), non puo' essere incluso nel nucleo familiare di Tizio.

Concludendo: lei fa parte del nucleo familiare dei suoi genitori; lei non rientra nel nucleo familiare della sua ragazza, la quale, se dovesse presentare DSU/ISEE non deve inserirla fra i componenti del proprio nucleo familiare; come spiegato in premessa, non c’e' contraddizione nelle istruzioni INPS; lei puo' entrare a far parte del nucleo familiare della sua ragazza solo se la sposa.

Altre letture consigliate