protesto - causali di protesto assegni

Assegno protestato per difetto di autorizzazione - se il carnet è stato rilasciato dopo la revoca di sistema la banca è solidalmente responsabile nei confronti del beneficiario

Simonetta Folliero - 22 Agosto 2016

Se un assegno viene protestato per difetto di autorizzazione, allora vuol dire che chi lo ha emesso (il traente) è correntemente oggetto di un provvedimento di revoca di sistema che gli vieterebbe, appunto, la sottoscrizione di titoli di pagamento. Qualora il carnet, da cui è stato tratto l'assegno protestato, fosse stato consegnato dalla banca (trattaria) al cliente, in epoca successiva a quella in cui era già operante la revoca di sistema, allora l'istituto di credito risulterebbe aver contravvenuto ad una regola di diligenza su di esso indiscutibilmente gravante, che caratterizza obiettivamente l'esercizio della propria attività: appunto verificare la perdurante legittimazione [ ... leggi tutto » ]

Protesto di assegno rubato o smarrito - la denuncia non salva dalla segnalazione al rip

Genny Manfredi - 24 Agosto 2014

Il protesto di assegno rubato, smarrito o sottratto, presentato all'incasso, è un atto pienamente legittimo e corrispondente alle regole del diritto cartolare, anche se: il titolare del conto corrente ha sporto regolare denuncia all'Autorità Giudiziaria, trasmettendone tempestivamente copia prima della presentazione dell'assegno allo sportello; il conto corrente è provvisto della liquidità necessaria a coprire l'importo cartolare e l'assegno è sottoscritto con firma conforme conforme a quella depositata presso la banca dal correntista; l'assegno reca una firma di traenza illeggibile e/o non corrispondente a quella depositata presso la banca dal correntista. Infatti, la banca non ha altra possibilità di condotta se [ ... leggi tutto » ]

Assegni rubati o smarriti - chi deve essere protestato se la firma di traenza non è quella del correntista

Ludmilla Karadzic - 11 Settembre 2013

Nel caso in cui le firme apposte sugli assegni non risultano apocrife, ma indicano nomi diversi da quelli dei titolari del conto, la giurisprudenza ha già avuto modo di precisare che se, all'esito dell'esame esterno della firma di traenza, è evidente la non corrispondenza della conformità documentale di essa allo specimen della firma depositato presso la banca dal correntista, l'istituto di credito non può limitarsi a dichiarare che rifiuta il pagamento dell'assegno (legge numero 349 del 1973, articolo 63, comma 1, numero 4 e articolo 1) perché è stato denunciato come rubato. La banca trattaria ha, infatti, l'obbligo di precisare [ ... leggi tutto » ]

Assegno protestato » nessun risarcimento danni al correntista

Carla Benvenuto - 23 Luglio 2013

Nessun risarcimento danni al correntista che cita la banca per il protesto di un assegno Nessun risarcimento del danno per il correntista che emette un assegno, il quale viene successivamente protestato a causa dell'incapienza del conto corrente. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione, la quale, con la sentenza 3286/13, ha sancito che: In caso di incapienza del conto corrente, non sussiste una posizione di interesse legittimo del correntista, consistente nel legittimo affidamento dello stesso di essere avvertito della presenza dell'assegno, al fine di evitare ancora una volta la levata del protesto. In tal caso, infatti, si è in presenza [ ... leggi tutto » ]

Assegno rubato firma falsa e protesto illegittimo » colpa di banca e notaio

Ludmilla Karadzic - 5 Luglio 2013

Banca e notaio rispondono in solido dei danni subiti dai correntisti per un assegno rubato con successivo protesto illegittimo » Sentenza Cassazione Assegno rubato, firma non autentica e protesto illegittimo: istituto di credito e notaio rispondono dei danni per erronea indicazione del nominativo protestato. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione, la quale con la pronuncia 8787/13, ha sancito che Se all'esito dell'esame esterno della firma di traenza è evidente la non corrispondenza della conformità documentale di essa allo specimen della firma depositato presso la banca dal correntista, l'istituto di credito non può limitarsi a dichiarare che rifiuta il pagamento [ ... leggi tutto » ]

Protesto per assegno senza provvista - la banca può non avvertire

Stefano Iambrenghi - 7 Marzo 2013

Non esiste nessun obbligo, da parte della banca, di avvertire il correntista prima della elevazione del protesto di un assegno emesso per mancanza di fondi. In caso di incapienza del conto corrente, infatti, non sussiste una posizione di interesse legittimo del correntista, consistente nel legittimo affidamento dello stesso di essere avvertito della presenza dell'assegno, al fine di evitare ancora una volta la levata del protesto. Infatti, si è in presenza di un interesse di mero fatto del correntista, per nulla assimilabile ad un interesse legittimo. Questo è quanto deciso dalla Corte di Cassazione, che con la sentenza numero 3286 del [ ... leggi tutto » ]

Assegno protestato per mancanza di fondi - la banca non avverte

Giuseppe Pennuto - 6 Marzo 2013

Salve, sono Alessandro, lavoro ed abito a Milano: tre mesi fa ho aperto un conto corrente con Banca Intesa ma, per una mia distrazione, non mi sono accorto della mancanza di fondi sul conto, ed ho emesso un assegno per il pagamento dell'architetto che mi stava ristrutturando la casa. L'assegno è stato protestato. La mia domanda è: la banca, per legge, non avrebbe dovuto avvertirmi prima, per evitare la levata del protesto? Posso chiedere un risarcimento danni? [ ... leggi tutto » ]

Consigliere di amministrazione protestato - la società rischia di vedersi negato un finanziamento

Marzia Ciunfrini - 9 Gennaio 2013

Sono consigliere di una srl, senza nessuna quota e non sono socio ma risulto in visura camerale. Risulto protestato. Ora, può ad esempio una ditta di auto a noleggio a lungo termine, non accettare il prestito per via dei problemi passati anche se non sono socio? [ ... leggi tutto » ]

Assegno pagabile in contanti per fido bancario sconfinato

Chiara Nicolai - 8 Gennaio 2013

Se ho un fido bancario e l'ho sconfinato, quando arriva un assegno posso andare allo sportello e pagare l'assegno in contanti? La mia banca mi ha detto che non si può fare. Devo prima rientrare dallo sconfino. [ ... leggi tutto » ]

Protesti per assegni di una srl e richiesta di cancellazione

Simone di Saintjust - 7 Gennaio 2013

Mi è capitato di subire due protesti su due assegni della mia srl dallo stesso soggetto a distanza di pochi mesi l'uno dall'altro. I due assegni sono stati quietanzati con penale e oneri accessori e sono trascorsi piu di due anni. Posso ottenere la cancellazione di entrambi i protesti? E soprattutto, una volta avvenuta la cancellazione dal registro, rimangono tracce dell'accaduto, magari in maniera ‘informalè negli archivi delle banche in modo che in futuro non si possa operare liberamente? [ ... leggi tutto » ]