Paolo Rastelli

Come avevamo già accennato nel precedente quesito, il debito per il quale è stata ottenuta la rateizzazione, quando decaduto, darà luogo ad un altro carico esattoriale di importo diverso da quello originario (sia perché alcune rate del piano di ammortamento potrebbero essere state già saldate dal debitore, sia perché cambieranno gli oneri di riscossione coattiva). Sul nuovo importo a debito aggiornato, potrà essere effettuata la compensazione.

Tuttavia, onde evitare l’insorgere di sempre incombenti problemi dovuti a diversa interpretazione della normativa vigente, è consigliabile prenotare un incontro con un funzionario AdER per verificare se la procedura di compensazione di cui si discute, sia fattibile anche per debiti riconducibili alla decadenza di un piano di rateizzazione già concordato.


Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.