Simonetta Folliero

In effetti, la banca non è obbligata ad aprire un conto corrente a chiunque lo richiedesse: il contratto di conto corrente, infatti, è un libero accordo bilaterale fra le parti. Probabilmente la causa di un simile diniego è riconducibile alla sempre paventata esistenza delle banche dati occulte dei cattivi pagatori: suo padre potrebbe risultare censito in uno di questi archivi elettronici.

La soluzione è quella di dotarsi di una carta prepagata con IBAN, anche online, oppure chiarire all’istituto di credito interpellato che la richiesta è finalizzata ad ottenere un conto corrente dalle funzionalità limitate, senza possibilità di fido, dotazione del carnet di assegni, e carte di credito.


Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.