Nessuna banca vuole aprire un conto corrente a mio padre


A mio padre qualsiasi banca online italiana a cui ci siamo rivolti ha rifiutato di aprigli un conto corrente: premetto che si tratta di una persona che ha debiti col fisco di qualche centinaio di migliaia di euro, inoltre in passato potrebbe aver avuto qualche problema con qualche finanziaria ma per importi bassi (sotto i 1000 euro). Ma stiamo parlando di 30 anni fa. Qual è secondo voi la reale causa e cosa si potrebbe fare?

In effetti, la banca non è obbligata ad aprire un conto corrente a chiunque lo richiedesse: il contratto di conto corrente, infatti, è un libero accordo bilaterale fra le parti. Probabilmente la causa di un simile diniego è riconducibile alla sempre paventata esistenza delle banche dati occulte dei cattivi pagatori: suo padre potrebbe risultare censito in uno di questi archivi elettronici.

La soluzione è quella di dotarsi di una carta prepagata con IBAN, anche online, oppure chiarire all’istituto di credito interpellato che la richiesta è finalizzata ad ottenere un conto corrente dalle funzionalità limitate, senza possibilità di fido, dotazione del carnet di assegni, e carte di credito.

6 Luglio 2022 · Simonetta Folliero



Condividi e vota il topic


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Vota il topic se ti è stato utile

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Nessuna banca vuole aprire un conto corrente a mio padre