Lilla De Angelis

Ed infatti, nessuno ha intenzione di pignorarle il contributo per il canone di locazione: semplicemente il Comune decide di non erogarlo fino a quando non sarà regolato il pagamento dovuto della TARI.

Se ha dubbi in proposito si faccia mettere per iscritto (se ci riesce) la pretesa comunale, si affidi ad un avvocato amministrativista e si rivolga al Tribunale Amministrativo Regionale (TAR), territorialmente competente per contestare la procedura.


Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.