Loredana Pavolini

Potendo scegliere, sono da preferire paesi che non fanno parte dell’Unione Europea dal momento che fra Agenzia delle Entrate Riscossione (ex Equitalia) e le omologhe Agenzie dei paesi dell’Unione Europea, vigono accordi di collaborazione per il recupero dei debiti esattoriali.

I creditori, qualsiasi sia il paese di residenza del debitore, se ne vale la pena dal punto di vista economico (il valore del recuperabile deve essere di molto superiore alle spese di recupero), operano affidandosi a studi legali locali che, pertanto, operano secondo le leggi vigenti in quel paese.

In ogni caso è maglio informarsi prima del paese dove trasferirsi, in modo da evitare di sceglierne uno dove al debitore tagliano le mani.


Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.