Ludmilla Karadzic

Senza preoccuparsi degli interessi e delle spese legali di pignoramento cha saranno sostenute dai creditori, ma che devono essere comunque rimborsate dal debitore inadempiente, la cosa più semplice da fare, vista la situazione, è quella di smettere di pagare tutte le rate: la pensione sarà pignorata per circa 242 euro al mese (il 20% della pensione netta che eccede il minimo vitale, attualmente pari a 690 euro) fino all’estinzione di tutti e tre i debiti con le tre finanziarie creditrici, nell’ipotesi che tutte e tre decidessero di adire il giudice (e non è detto che tutte e tre decideranno di procedere giudizialmente) .


Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.