Patrizio Oliva

Non è necessaria la sua presenza nell’udienza di assegnazione e vedrà che il creditore procedente, molto probabilmente, rinuncerà all’azione esecutiva: infatti, l’articolo 545 del codice di procedura civile prevede che la pensione possa essere pignorata nella misura del 20% eccedente il minimo vitale (che al momento quota circa 690 euro), per cui la trattenuta mensile risulterebbe al massimo pari a 22 euro/mese.

I tempi di ammortamento del prestito non rimborsato sarebbero eccessivamente lunghi ed è presumibile che il creditore procedente preferirà mantenersi le mani libere per altre tipologia di azione esecutiva, come il pignoramento del conto corrente o quello immobiliare.


Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.