Giuseppe Pennuto

Comprenderà benissimo che fissare un intervallo di tempo di tolleranza di 15 minuti decorrenti dal posizionamento in sosta del veicolo in area delimitata da strisce blu, darebbe modo a qualsiasi furbetto di eccepire l’illegittimità di qualsiasi sanzione amministrativa comminata per omesso pagamento del ticket: chiunque potrebbe sostenere, infatti, che il veicolo è stato lasciato in sosta a pagamento meno di 15 minuti prima, il tempo strettamente necessario ad individuare il parchimetro più vicino.

Infatti, una cosa è fissare un periodo di tolleranza che decorre dall’orario di scadenza del ticket esposto (orario, quindi, assolutamente determinato); l’altra è far decorrere il periodo di tolleranza da un momento indeterminato, quando il ticket non è stato ancora acquistato. Sarebbe come consentire un intervallo di tempo di tolleranza praticamente infinito.

Lei, purtoppo non ha alcun valido motivo di ricorso alla sanzione amministrativa che le è stata inflitta.

In futuro, ha due soluzioni per evitare il replicarsi di quanto le è accaduto:

1) acquistrare il ticket dal parchimetro prima di stazionare con il veicolo nelle strisce blu: basterà sostare, anche in doppia fila (magari vigilando sull’eventuale arrivo della polizia municipale), in prossimità del parchimetro, il tempo strattamente necessario per portare a termine l’operazione di pagamento del ticket e poi condurre il veicolo in sosta fra le strisce blu;

2) acquistare online il ticket attaverso le app messe a disposizione delle amministrazioni comunali, ove è possibile (sicuramente, nelle grandi città).


Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.