Carla Benvenuto

Non è detto che il sito regionale sia implementato, configurato ed attrezzato per consentire a terzi l’accesso telematico con SPID (Sistema Pubblico d’Identità Digitale), che consente di verificare l’identità di chi accede e l’apposizione di una firma digitale (non successivamente disconoscibile): comprenderà che, per lo scopo specifico e per la soluzione da lei ipotizzata (espletare le specifiche incombenze burocratiche per via telematica) non è sufficiente una casella postale (anche certificata) da cui trasmettere in allegato il modulo contrattuale e quelli di consenso all’applicazione di clausole particolari e/o di tutela della privacy, prima sottoscritti e poi acquisiti con scanner.

Fatta questa premessa, quello che può fare è inviare preventivamente una raccomandata AR (meglio, per tempestività, una e-mail via PEC) all’amministrazione che ha indetto il bando di concorso ATA adducendo che, per gravi motivi (personali, di ordine sanitario eccetera) non potrà essere presente alla convocazione nel luogo, nel giorno e nell’ora stabiliti, allegando la documentazione probante, chiedendo un differimento della convocazione, ed attendendo la risposta scritta dell’amministrazione interpellata.

Va da sé che i motivi dovranno essere veramente importanti e dimostrabili: per intenderci, non potrà essere considerata giustificata, ad esempio, l’assenza alla convocazione per la partecipazione del convocato ad un matrimonio …


Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.