Carla Benvenuto

L’omessa comunicazione della intervenuta cessione del credito al soggetto garante è assolutamente irrilevante: la funzione di tale comunicazione è esclusivamente quella di rendere noto al debitore principale inadempiente che una eventuale richiesta da parte del creditore cessionario deve ritenersi legittima.

Al momento la prescrizione del credito interverrà, per garante e debitore principale, il 22 agosto 2023.

Naturalmente, la data appena indicata di prescrizione del diritto di pretendere il rimborso del prestito rimasto insoddisfatto è valida se, e solo se, a partire dal dicembre 2018 il debitore principale non abbia cambiato la propria residenza senza comunicarla al cessionario, oppure qualora al debitore principale non sia stata correttamente notificata con raccomandata A/R, per compiuta giacenza, una nuova formale richiesta di adempimento in occasione di una sua temporanea assenza dal luogo di domicilio e di una accidentale smarrimento dell’avviso di inizio giacenza.


Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.