Paolo Rastelli

In caso di decadenza del piano di rateazione concordato con Agenzia delle Entrate (ad esempio, per omesso pagamento di una rata diversa dalla prima entro la scadenza della rata successiva) non originato, come nella fattispecie, da un avviso di accertamento immediatamente esecutivo, il debito viene iscritto a ruolo e successivamente affidato ad Agenzia delle Entrate Riscossione (ADER ex Equitalia) con aggravio di sanzioni ed interessi sull’importo del debito residuo. Non c’è possibilità di riprendere il pagamento delle rate del piano di rientro concordato e non rispettato.

Tuttavia, con ADER potrà essere concordato un nuovo piano di rateazione e, se si è fortunati, c’è anche la possibilità di poter pervenire ad un accordo a saldo stralcio con condono delle sanzioni.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.