Genny Manfredi

Gli sconti per le tasse universitarie sono parametrati al valore ISEE del nucleo familiare dello studente: il nucleo familiare dello studente è sempre formato dal nucleo familiare dei genitori con l’inclusione dello studente. Tanto maggiore è il valore ISEE tanto minori risultano i vantaggi fiscali fino ad azzerarsi.

Quando uno studente può chiedere il calcolo dell’ISEE riferito al proprio nucleo familiare (autonomo) escludendo i genitori e gli altri eventuali membri del nucleo familiare genitoriale?

Devono verificarsi, congiuntamente (cioè contemporaneamente) due condizioni: la prima prevede che lo studente abbia (nell’anno di presentazione della DSU/ISEE) uno stato di famiglia che non includa i propri genitori da almeno due anni (stato di famiglia storico) e che egli risieda in una unità abitativa che non è di proprietà dei genitori o di altri soggetti che con i genitori convivono.

L’altra condizione congiunta è che lo studente, nel secondo anno precedente quello in cui viene presentata all’INPS la DSU/ISEE, abbia percepito un reddito lordo di almeno 6 mila e 500 euro.

Ora, innanzitutto si deve comprendere che se parliamo di DSU/ISEE per l’Università presentata all’INPS nel 2021, ci riferiamo a redditi percepiti nel 2019. Se nel 2019 lo studente ha percepito 450 euro netti al mese deve andare a consultare la CU Certificazione Unica) 2020 redditi 2019 (rilasciata dal datore di lavoro a marzo-aprile 2020) per stabilire quale sia il reddito lordo (cioè al lordo di tasse e contributi previdenziali e assistenziali) percepito nel 2019 (in pratica, non basta moltiplicare 450 per 12).

Se nel 2019 lo studente ha percepito redditi occasionali (derivanti da lezioni private) ma non li ha dichiarati nel 2020, non potrà servirsi di tali redditi per eccepire la sua condizione di autonomia economica dai genitori e, pertanto, nel 2021 dovrà necessariamente tenere a riferimento dell’ISEE per l’Università il nucleo familiare formato dallo studente, dai propri genitori e dagli altri eventuali soggetti facenti parte del nucleo familiare genitoriale (nonni, fratelli, sorelle, eccetera) con i loro redditi ed i loro patrimoni.

Infatti, in presenza di reddito da lavoro dipendente e da attività occasionale, la dichiarazione dei redditi è sempre obbligatoria, indipendentemente dall’importo (anche eventualmente basso) percepito.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.