Rosaria Proietti

La detrazione per figli a carico non può essere ripartita liberamente tra entrambi i genitori: tuttavia i genitori possono decidere di comune accordo di attribuire l’intera detrazione al genitore con reddito complessivo più elevato per evitare che la detrazione non possa essere fruita in tutto o in parte dal genitore con il reddito inferiore.

Una volta effettuata la scelta, però, l’attribuzione vale per l’intero anno di imposta e non può essere modificata in caso di licenziamento di un genitore ed inizio attività dell’altro. In altre parole, il figlio comune non può trovarsi a carico dell’un genitore per i primi sei mesi e dell’altro genitore per i restanti sei mesi.

Nel caso specifico, volendo attribuire al padre l’intera detrazione per figlio a carico, per rimediare la madre dovrà presentare il modello di dichiarazione 730 e non segnare nulla nella sezione familiari a carico, andando a versare e compensare, così, le detrazioni per figlio a carico arbitrariamente fruite nel semestre di lavoro.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.