Rosaria Proietti

Chiariamo subito: il creditore è obbligato a rispondere alla richiesta di estinzione del debito da parte del debitore o dei suoi eredi: se non fornisce al richiedente debitore tutte le informazioni relative alle modalità di estinzione può essere citato in giudizio per il risarcimento danni oppure chiamato a rispondere dinanzi all’Arbitro Bancario Finanziario previa presentazione di un reclamo sempre da parte del debitore.

Per il resto, come si dice, domandare è lecito, rispondere è cortesia: nulla è imputabile ad Agos per la mancata risposta ad una proposta degli eredi del debitore di saldo stralcio della posizione debitoria.

Se non si ha intenzione di pagare il debito del defunto la soluzione è la rinuncia all’eredità. L’accettazione da parte del creditore di una proposta di saldo stralcio formulata dal debitore, non costituisce sicuramente un obbligo, ma solo una possibilità di accordo consensuale. Se non c’è consenso (implicito o esplicito) del creditore c’è poco da fare.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.