Tullio Solinas

La prescrizione per esigere i contributi dovuti e non versati oppure per decurtare i contributi accreditati e non spettanti è quinquennale, così come stabilito dalla sentenza della Corte di Cassazione 4050/2014: il termine quinquennale, tuttavia, decorre dal momento in cui l’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale viene allertato dall’Agenzia delle Entrate riguardo la definizione del maggiore imponibile IRPEF accertato.

Data che è possibile conoscere solo con accesso agli atti presso Agenzia delle Entrate o INPS.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.