Prescrizione decurtazione contributi accreditati da INPS in seguito ad accertamento omesso versamento IRPEF


A seguito di accertamento irpef notificato a gennaio 2015 per l’anno d’imposta 2011 (che non ho pagato) da cui risultava un maggiore importo irpef e di conseguenza anche il relativo mancato pagamento dei contributi previdenziali a percentuale, (è già accaduto che per un altro accertamento irpef mi hanno sottratto nove mesi contributi)a tutt’oggi l’Inps non mi ha ancora sottratto nessun mese di contribuzione precedentemente accreditati, può farlo ancora o sono caduti in prescrizione?

La prescrizione per esigere i contributi dovuti e non versati oppure per decurtare i contributi accreditati e non spettanti è quinquennale, così come stabilito dalla sentenza della Corte di Cassazione 4050/2014: il termine quinquennale, tuttavia, decorre dal momento in cui l’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale viene allertato dall’Agenzia delle Entrate riguardo la definizione del maggiore imponibile IRPEF accertato.

Data che è possibile conoscere solo con accesso agli atti presso Agenzia delle Entrate o INPS.

7 Dicembre 2020 · Tullio Solinas



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Prescrizione decurtazione contributi accreditati da INPS in seguito ad accertamento omesso versamento IRPEF