Andrea Ricciardi

Dal mese di dicembre è possibile registrarsi sul sito attivato dall’Agenzia delle dogane e dei monopoli per generare il codice lotteria (abbinato al codice fiscale) che consentirà di partecipare alla Lotteria degli scontrini se esibito all’esercente al momento dell’acquisto.

Dal primo gennaio 2020 i normali acquisti, in contanti o senza, produrranno gratuitamente ‘biglietti virtuali’ che consentiranno a chi è interessato di partecipare alle estrazioni ‘ordinarie’ e alle estrazioni ‘zerocontanti’: se si sarà pagato con strumenti di pagamento elettronico si parteciperà ad entrambe.

Si può partecipare alla lotteria con tutti gli scontrini di importo pari o superiore a un euro.

A chi parteciperà spetterà un biglietto virtuale per ogni euro speso (fino a un massimo di 1000 biglietti virtuali per acquisti di importo pari o superiore a 1000 euro).

Da ricordare però che non tutti gli acquisti permettono di partecipare alla lotteria.

Ad esempio non valgono gli acquisti di importo inferiore a un euro; gli acquisti effettuati online; gli acquisti destinati all’esercizio di attività di impresa, arte o professione; nella fase di avvio della lotteria, gli acquisti documentati mediante fatture elettroniche e quelli per i quali i dati dei corrispettivi sono trasmessi al sistema Tessera Sanitaria (per esempio gli acquisti effettuati presso farmacie, parafarmacie, ottici, laboratori di analisi, ambulatori veterinari ecc.); gli acquisti per i quali l’acquirente richieda all’esercente l’acquisizione del proprio codice fiscale a fini di detrazione o deduzione fiscale.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.