Paolo Rastelli

Se il debitore esattoriale ha la residenza nella proprietà immobiliare, quest’ultima non può essere espropriata: al massimo Agenzia delle Entrate Riscossione può iscrivere ipoteca se il debito complessivo (capitale ed interessi) supera i 20 mila euro. Altrimenti, la casa può essere espropriata con pignoramento e vendita all’asta se il debito esattoriale omnicompremsivo di capitale ed interessi è superiore a 120 mila euro.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.