Patrizio Oliva

Qualora il saldo del conto corrente intestato alla debitrice risultasse insufficiente a coprire il credito azionato, il creditore potrebbe procedere con pignoramento verso terzi per ottenere il rimborso del residuo: in tale ipotesi, il compenso dovuto alla stagista è sicuramente pignorabile presso chi lo eroga (il debitore della debitrice); se il giudice riterrà che trattasi di un rapporto subordinato assimilabile a quello di lavoro dipendente (come io ritengo), il prelievo verrà limitato ad un quinto (nella fattispecie 100 euro). Altrimenti l’intera somma verrà assegnata al creditore pignorante.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.