Giuseppe Pennuto

La patente può essere rinnovata da quando mancano meno di 4 mesi alla scadenza riportata su documento di guida e non oltre i tre anni successivi alla scadenza.

il Ministero dei Trasporti, con la circolare 705/2009 ha chiarito che in caso di rinnovo tardivo, cioè richiesto dopo tre anni dalla data di scadenza riportata sul documento, sarà il soggetto competente (nella specie il consolato, ndr) a valutare caso per caso la necessità di procedere con la revisione della patente o meno. Molto dipende anche dagli eventuali chiarimenti portati dall’interessato al rinnovo tardivo della patente.

Peraltro va considerato che, per le patenti rilasciate in Italia, in scadenza a partire dal primo febbraio 2020 è stata disposta, per legge, la proroga di validità fino al prossimo 31 dicembre 2020 proprio tenendo conto delle difficoltà di un eventuale rinnovo tempestivo derivante dagli effetti della pandemia.

Per analogia, possiamo senz’altro dedurre che poichè al 31 gennaio 2020 non erano ancora decorsi tre anni dalla data di scadenza, il rinnovo effettuato entro il 31 dicembre 2020 non potrà essere considerato tardivo e, di conseguenza, il consolato potrà procedere al rinnovo della sua patente senza alcun obbligo di richiederne la revisione.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.