Simonetta Folliero

Sta pagando dal 2017 un debito che avrebbe dovuto essere pagato regolarmente dal 2014: Banca Ifis è un soggetto vigilato da banca d’Italia e come tale obbligato a censire le sofferenze in Centrale Rischi della Banca d’Italia (CR).

E non si può dubitare del fatto che un rimborso interrotto nel 2014 e ripreso nel 2017 non sia indicativo di un credito in sofferenza.

Può senz’altro chiedere un mutuo per acquisto prima casa, ma è sicuramente difficile ottenerlo prima dell’oscuramento della posizione censita in CR. La posizione verrà oscurata decorsi tre anni dalla data di regolare pagamento dell’ultima rata dovuta.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.