Giuseppe Pennuto

Precisato che non si tratta di una multa, ma solo di un credito vantato da una società che gestisce i parcheggi in alcune località turistiche della Croazia, la quale asserisce che la sosta a pagamento del veicolo non è stata corrisposta, e che ha affidato il recupero coattivo del credito ad uno studio legale inglese, oltre a consigliare di non recarsi più in Croazia, possiamo solo indicarle che qui c’è una raccolta di articoli in cui viene ampiamente affrontato il problema (tuttavia senza una soluzione definitiva valida per tutti, sia chiaro).


Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.