Ludmilla Karadzic

La notifica in terra straniera del debito contratto in Italia, non necessariamente indica che il creditore abbia deciso di rivolgersi ad uno studio legale operante nella nazione di residenza attuale del debitore per avviare azioni esecutive secondo la normativa vigente nel paese che lo ospita.

Piuttosto, più semplicemente, potrebbe trattarsi di una comunicazione finalizzata ad evitare che si prescriva il diritto di esigere il credito, nella speranza che una volta rientrato in Italia, dopo aver fatto fortuna all’estero, il debitore italiano possa estinguere l’obbligazione.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.