Paolo Rastelli

L’articolo 3 del Decreto Legge 119/2018 ha introdotto la Definizione agevolata 2018 (cosiddetta rottamazione-ter), aperta a tutti coloro che avevano uno o più debiti affidati ad Agenzia delle entrate-Riscossione dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2017.

Se fosse vero quanto lei afferma, allora, il provvedimento avrebbe dovuto prevedere l’apertura dell’agevolazione limitatamente alle cartelle esattoriali affidate in riscossione coattiva dal primo gennaio 2007 (e non 2000) se riconducibili a debiti erariali (tributi statali), nonché dal primo gennaio 2012 (e non 2000) qualora riconducibili a tributi locali, a debiti contributivi (INPS), o sanzioni amministrative.

Da ricordare inoltre che l’articolo 4 del decreto legge 119/2018 (entrato in vigore nell’ottobre 2018) ha previsto l’annullamento automatico delle cartelle esattoriali di importo residuo fino a mille euro, comprensivo di capitale, interessi per ritardata iscrizione a ruolo e sanzioni, risultanti dai singoli carichi affidati agli agenti della riscossione dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2010.

Anche questo provvedimento, se rispondesse al vero quanto da lei precisato, sarebbe stato ridondante così come formulato, dal momento che le cartelle esattoriali affidate prima del 24 ottobre 2008 (e riconducibili a crediti erariali), sarebbero risultate prescritte (addirittura, anche per importi superiori a mille euro).

Riportiamo per pura cortesia la sua precisazione, ma non siamo assolutamente d’accordo sul suo contenuto.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca