Annapaola Ferri

Se il creditore ha già individuato il datore di lavoro presso il quale pignorare la busta paga del debitore inadempiente, ben difficilmente accetterà un accordo stragiudiziale a saldo stralcio.

Se le hanno concesso una proroga di 15 giorni per saldare il conto, evidentemente la notifica dell’atto di pignoramento al datore di lavoro verrà sospesa: il creditore preferirà ottenere l’importo complessivamente a lui dovuto subito piuttosto che vedersi rimborsato il debito in rate mensili.

Qualora l’atto di pignoramento venisse notificato al datore di lavoro, quest’ultimo dovrà immediatamente accantonare il 20% della busta paga fino a quando il giudice non deciderà per l’assegnazione, decidendo sulla quota di prelievo effettiva dallo stipendio.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca