Pagamento debito dopo avviso di precetto

Dopo avviso di ingiunzione di pagamento ho ricevuto la notifica di precetto: Essendo ormai trascorsi i 10 giorni, ho chiesto un accordo per poter saldare il totale, evitando se possibile il pignoramento in busta paga.

Mi è stato detto che la notifica di pignoramento è stata spedita, mi hanno comunque dato altri 15 giorni entro i quali poter chiudere la posizione. Vorrei sapere se la notifica prosegue comunque il suo iter o se da parte della banca può esserci una “sospensione” in tal senso.

Il datore di lavoro dovrà comunque iniziare a trattenere la quota del 20%?

Se il creditore ha già individuato il datore di lavoro presso il quale pignorare la busta paga del debitore inadempiente, ben difficilmente accetterà un accordo stragiudiziale a saldo stralcio.

Se le hanno concesso una proroga di 15 giorni per saldare il conto, evidentemente la notifica dell’atto di pignoramento al datore di lavoro verrà sospesa: il creditore preferirà ottenere l’importo complessivamente a lui dovuto subito piuttosto che vedersi rimborsato il debito in rate mensili.

Qualora l’atto di pignoramento venisse notificato al datore di lavoro, quest’ultimo dovrà immediatamente accantonare il 20% della busta paga fino a quando il giudice non deciderà per l’assegnazione, decidendo sulla quota di prelievo effettiva dallo stipendio.

16 Gennaio 2020 · Annapaola Ferri

Condividi il post su Facebook e/o Twitter - Iscriviti alla mailng list e ai feed di indebitati.it


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?