Annapaola Ferri

Adesso non è più un’imprenditrice a rischio d’impresa, ma una lavoratrice dipendente che chiede un prestito in qualità di consumatrice. Se come consumatrice non ha posizioni debitorie in sospeso, non dovrebbe avere problemi ad ottenere un piccolo prestito, anche perché una buona parte della liquidità necessaria, se non tutta, potrebbe acquisirla addirittura con il prestito dietro cessione del quinto dello stipendio, per il quale non deve chiedere niente a nessuno, essendo un suo precipuo diritto ottenere quanto le spetta secondo la legge 180/1950.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.