Giovanni Napoletano

Il prezzo del carburante pare si sia mantenuto piuttosto stabile nel periodo festivo che ci ha portato a questo inizio di 2020: nonostante la stasi tariffaria in corso ci sono da aspettarsi però degli aumenti sia per quanto riguarda la benzina che per Diesel e GPL presso la rete di distribuzione italiana.

Le stazioni di servizio prevederanno un sensibile ritocco ai listini sulla base delle nuove quotazioni aggiornate

Passate festività e ponti si torna alla routine delle in città e delle autostrade dove le colonnine che forniscono carburante espongono i prezzi dei combustibili.

Per ora non c’è nessun aumento ma ben presto la situazione cambierà.

La benzina viene venduta mediamente a 1,728 euro mentre il Diesel a 1,624 euro.

Il GPL, invece, da 0,608 a 0,602 euro per la modalità servito.

Il valore medio per benzina e diesel è rispettivamente di 1,593 euro al litro e 1,487 euro al litro.

A meno di drastiche variazioni in più o in meno delle quotazioni internazionali alla chiusura dei mercati di oggi o del tasso di cambio euro/dollaro, vi sono ad oggi plausibili presupposti per una aspettativa di prezzi tendenzialmente in aumento per i prossimi 4 giorni con scostamenti – almeno in questa prima fase iniziale – entro 0,5 cent/litro in più.

Le previsioni non possono andare oltre il termine ravvicinato di 4 giorni in considerazione delle variabili di mercato.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca