Ludmilla Karadzic

L’anticipazione Naspi viene sicuramente bloccata dall’INPS ex articolo 48 bis del DPR 802/1973 se il debitore ha delle cartelle esattoriali in sospeso e se l’importo è superiore ai cinquemila euro. Si tratta, più che altro, di una pratica dilatoria per costringere il debitore a dilazionare i carichi esattoriali.

Trattandosi di un credito di natura previdenziale, infatti, l’indennità di disoccupazione sarebbe pignorabile, per ogni rateo mensile, nella misura del 20% eccedente l’importo considerato minimo vitale (una volta e mezza la misura dell’assegno sociale). In caso di creditori ordinari in agguato, comunque, meglio non chiedere l’anticipazione in un’unica soluzione.

Per il resto può leggere gli articoli contenuti in questa sezione.

Per visualizzare l'intera discussione, completa di domanda e risposta, clicca qui.

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca