Pensione di reversibilità per figlio superstite di pensionato deceduto


In caso di morte dei pensionato, il figlio superstite ha diritto alla pensione di reversibilità, ove maggiorenne, se riconosciuto inabile al lavoro e a carico dei genitore al momento dei decesso di questi, laddove il requisito della “vivenza a carico”, se non si identifica indissolubilmente con lo stato di convivenza, né con una situazione di totale soggezione finanziaria del soggetto inabile, va considerato con particolare rigore, essendo necessario dimostrare che il genitore provvedeva in via continuativa e in misura quanto meno prevalente al mantenimento del figlio inabile.

Questo è il principio sancito, in tema di diritto alla pensione di reversibilità del pensionato deceduto, dai giudici della Corte di cassazione con la sentenza 3025/16.

18 Febbraio 2016 · Lilla De Angelis



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su pensione di reversibilità per figlio superstite di pensionato deceduto. Clicca qui.

Stai leggendo Pensione di reversibilità per figlio superstite di pensionato deceduto Autore Lilla De Angelis Articolo pubblicato il giorno 18 Febbraio 2016 Ultima modifica effettuata il giorno 4 Agosto 2017 Classificato nella categoria lavoro e pensioni Inserito nella sezione lavoro, pensioni, famiglia separazione e divorzio, Isee

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)