Ipoteca inefficace dopo 20 anni? Il pignoramento è valido e il creditore può comunque esproriare l'immobile

Il cessionario della banca mutuataria può pignorare la casa anche dopo l'estinzione dell'ipoteca.

L'inefficacia dell'ipoteca per decorso del termine ventennale, infatti, ai sensi dell'articolo 2847 Cc, sopravvenuta nel corso del processo esecutivo iniziato dal creditore ipotecario nei confronti del debitore che sia anche proprietario del bene ipotecato, non comporta la nullità né del precetto, né del pignoramento, ma ha l'unico effetto di privare il creditore procedente della legittima causa di prelazione.

Questo, espresso in breve, l'orientamento seguito dalla Corte di Cassazione con sentenza 2610/14.

Ipoteca estinta: precetto e pignoramento restano comunque validi

Passati 20 anni l'ipoteca è inefficace ma precetto e pignoramento non sono nulli. Infatti, anche se nel corso del processo esecutivo la garanzia ipotecaria si estingue per il decorso del termini, il precetto e il pignoramento restano validi e l'esecuzione forzata sulla casa può proseguire ugualmente.

Lo ha precisato la Suprema Corte con la sentenza sopra esaminata.

A parere degli Ermellini, pertanto, l'ipoteca non è una condizione per procedere a pignoramento. Essa garantisce solo, al creditore procedente, di soddisfarsi in via privilegiata rispetto agli altri creditori del soggetto sottoposto ad esecuzione.

Dunque, è possibile dire che anche dopo la sua estinzione, restano validi sia il precetto che il pignoramento a carico del debitore proprietario del bene ipotecato.

L'inefficacia dell'ipoteca non travolge l'esecuzione perché il creditore procedente non perde il suo diritto, ma soltanto la causa di prelazione, risultando così relegato al rango di normale chirografario.

11 febbraio 2014 · Gennaro Andele

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Efficacia del precetto - pignoramento infruttuoso e spese di esecuzione
Come in molti sanno, il precetto è l'atto a mezzo del quale il creditore manifesta la volontà di procedere ad esecuzione forzata in danno del debitore. L'atto di precetto è, quindi, prodromico all'avvio del procedimento di espropriazione e consiste nell'intimazione rivolta al debitore di adempiere l'obbligo risultante dal titolo [ ... leggi tutto » ]
Pignoramento e creditori concorrenti
Nel processo di esecuzione, la regola secondo cui il titolo esecutivo deve esistere dall'inizio alla fine della procedura va intesa nel senso che essa presuppone non necessariamente la continuativa sopravvivenza del titolo del creditore procedente, bensì la costante presenza di almeno un valido titolo esecutivo (anche di un creditore intervenuto) [ ... leggi tutto » ]
Pignoramento immobiliare - Il termine di efficacia decorre dalla data di notifica dell'atto e non da quella di trascrizione nei registri immobiliari
Il precetto diventa inefficace, se nel termine di novanta giorni dalla sua notifica non è iniziata l'esecuzione. Perchè sia rispettato il termine di efficacia del precetto è sufficiente, quindi, che entro novanta giorni dalla notifica del precetto, venga notificato l'atto di pignoramento. Il pignoramento perde efficacia quando dal suo compimento [ ... leggi tutto » ]
Estinzione dell'ipoteca per prescrizione in caso di acquisto del bene gravato dal vincolo
L'ipotesi di estinzione dell'ipoteca per prescrizione opera unicamente nei riguardi dei soggetti terzi acquirenti dei beni gravati dal vincolo e consegue al decorso di venti anni dalla data di trascrizione del titolo di acquisto, naturalmente, in assenza di cause interruttive o sospensive della prescrizione stessa. L'estinzione dell'ipoteca per prescrizione rappresenta [ ... leggi tutto » ]
Il rinnovo del precetto non configura abuso del diritto se le spese restano a carico del creditore
Va innanzitutto premesso che il rinnovo del precetto è un atto che non ha alcuna utilità procedimentale, posto che l'inizio di un'esecuzione implica che il precetto originario possa essere utilizzato per tutte le successive esecuzioni sino al soddisfo del credito; e nel caso in cui con il precetto in rinnovazione [ ... leggi tutto » ]

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su ipoteca inefficace dopo 20 anni? il pignoramento è valido e il creditore può comunque esproriare l'immobile. Clicca qui.

Stai leggendo Ipoteca inefficace dopo 20 anni? Il pignoramento è valido e il creditore può comunque esproriare l'immobile Autore Gennaro Andele Articolo pubblicato il giorno 11 febbraio 2014 Ultima modifica effettuata il giorno 19 settembre 2017 Classificato nella categoria iscrizione di ipoteca Inserito nella sezione pignoramento del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca