Decreto ingiuntivo e precetto – Nel corso di una eventuale trattativa con il creditore e divenuto inefficace il titolo esecutivo, posso alienare l’immobile?

In data 22 marzo 2017 ho ricevuto notifica di decreto ingiuntivo e precetto per il pagamento di un debito: nel decreto ingiuntivo veniva chiesto il pignoramento di un immobile di mia proprietà.

In data 15 aprile ho raggiunto un accordo stragiudiziale con il creditore (che si riserva però di agire qualora non rispettassi i termini pattuiti) in cui il saldo del dovuto viene posticipato alla fine del corrente anno.

Mi chiedo quindi se, una volta decaduti i termini di validità del precetto (se non sbaglio 90 giorni), posso vendere a terza parte l’immobile di cui sono proprietario.

Preciso a tal fine che non si tratta di una vendita “fittizia”, che il creditore non è mio parente o affini e che lo stesso per acquistare l’immobile (che vendo al reale prezzo di mercato) farà un regolare mutuo ipotecario.

Il decreto ingiuntivo diventa inefficace qualora la notifica al debitore inadempiente non sia eseguita nel termine di sessanta giorni dalla pronuncia (articolo 644 codice di procedura civile).

Se nelle more della pattuizione stragiudiziale il creditore non si è tutelato con una iscrizione ipotecaria, l’immobile ad uso abitativo di proprietà del debitore può essere liberamente venduto: la proposizione eventuale di un’azione revocatoria dell’atto di alienazione da parte del creditore sarà problematica laddove l’acquirente non è parente o affine del debitore, la vendita viene effettuata a prezzo di mercato (giusto prezzo), con pagamento tracciabile, e l’immobile viene destinato dall’acquirente ad abitazione principale propria, o di suoi parenti ed affini entro il terzo grado.

18 Maggio 2017 · Ludmilla Karadzic

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Una volta notificato il precetto e raggiunto un accordo con il creditore posso alienare il bene non ancora pignorato?
Premesso che ho ricevuto decreto ingiuntivo e precetto per i quali sono scaduti i termini per l'opposizione, avendo però trovato nel frattempo un accordo con il creditore, volevo sapere se posso vendere i beni iscritti nel decreto ingiuntivo, per il quale, però, non è stato mai richiesto il pignoramento. Nello specifico, l'accordo con il creditore prevede che si riserverà eventualmente di procedere in via esecutiva solo qualora non venissero rispettati i termini dell'accordo sottoscritto, accordo di pagamento che ha una scadenza superiore ai due anni. ...

Decreto ingiuntivo con provvisoria esecutività e precetto - Cosa accade se a seguito di un accordo con il creditore, nel frattempo, vendo l'unico bene di mia proprietà?
Riscrivo in riferimento a questa discussione: la questione, è esattamente come l'ho esposta in precedenza. Ho ricevuto decreto ingiuntivo e precetto, nell'atto viene indicato l'unico bene di cui sono proprietario (una quota al 50% di un immobile), viene richiesta la provvisoria esecutività, ma non ho mai ricevuto e non è nemmeno mai stato richiesto il pignoramento di quel bene. Difatti, successivamente alla scadenza dei 40 giorni per fare opposizione (cosa che non ho fatto), ho sottoscritto un accordo con il creditore che prevede il pagamento di quanto dovuto da parte mia entro un tempo assai lungo. Il creditore, qualora non ...

Per avviare le azioni esecutive non è prevista una nuova notifica del decreto ingiuntivo, ma dell'atto di precetto, nel quale il decreto ingiuntivo in questione deve essere menzionato
Un decreto ingiuntivo è l'ordine dato dal giudice al debitore di adempiere l'obbligazione assunta (es. pagamento di una somma di denaro o consegna di una cosa mobile determinata) entro un determinato periodo di tempo (normalmente 40 giorni). Trascorso tale termine, il decreto diventa esecutivo e si può procedere al pignoramento dei beni del debitore. Il decreto ingiuntivo viene emesso su richiesta del creditore, ed ha il vantaggio di essere molto più celere e assai meno oneroso di un procedimento giudiziario ordinario. È disciplinato dagli articoli 633 e ss. del c.p.c. e richiede, per la sua emissione, la sussistenza di specifiche ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Decreto ingiuntivo e precetto – Nel corso di una eventuale trattativa con il creditore e divenuto inefficace il titolo esecutivo, posso alienare l’immobile?