Decreto ingiuntivo e precetto - Nel corso di una eventuale trattativa con il creditore e divenuto inefficace il titolo esecutivo, posso alienare l'immobile?

In data 22 marzo 2017 ho ricevuto notifica di decreto ingiuntivo e precetto per il pagamento di un debito: nel decreto ingiuntivo veniva chiesto il pignoramento di un immobile di mia proprietà.

In data 15 aprile ho raggiunto un accordo stragiudiziale con il creditore (che si riserva però di agire qualora non rispettassi i termini pattuiti) in cui il saldo del dovuto viene posticipato alla fine del corrente anno.

Mi chiedo quindi se, una volta decaduti i termini di validità del precetto (se non sbaglio 90 giorni), posso vendere a terza parte l'immobile di cui sono proprietario.

Preciso a tal fine che non si tratta di una vendita "fittizia", che il creditore non è mio parente o affini e che lo stesso per acquistare l'immobile (che vendo al reale prezzo di mercato) farà un regolare mutuo ipotecario.

Il decreto ingiuntivo diventa inefficace qualora la notifica al debitore inadempiente non sia eseguita nel termine di sessanta giorni dalla pronuncia (articolo 644 codice di procedura civile).

Se nelle more della pattuizione stragiudiziale il creditore non si è tutelato con una iscrizione ipotecaria, l'immobile ad uso abitativo di proprietà del debitore può essere liberamente venduto: la proposizione eventuale di un'azione revocatoria dell'atto di alienazione da parte del creditore sarà problematica laddove l'acquirente non è parente o affine del debitore, la vendita viene effettuata a prezzo di mercato (giusto prezzo), con pagamento tracciabile, e l'immobile viene destinato dall'acquirente ad abitazione principale propria, o di suoi parenti ed affini entro il terzo grado.

18 maggio 2017 · Ludmilla Karadzic

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

decreto ingiuntivo
ipoteca giudiziale
notifica decreto ingiuntivo
revocatoria di atti dispositivi del debitore (alienazione immobile donazione costituzione fondo patrimoniale)

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Riscossione coattiva dei crediti – Decreto ingiuntivo e precetto
Il decreto ingiuntivo, così come la cartella esattoriale, l'assegno o la cambiale, sono titoli esecutivi. Dopo la notifica del decreto ingiuntivo si hanno a disposizione 40 giorni per impugnarlo. In assenza di opposizione, verrà notificato un precetto con il termine ultimativo di 10 giorni per il pagamento. Decorso tale termine, ...
Notifica del decreto ingiuntivo e del precetto - irreperibilità del debitore e vizi di nullità
La notifica di un decreto ingiuntivo o di un precetto richiede che l'ufficiale giudiziario indichi specificamente le ragioni di difficoltà materiale per cui non ha potuto procedere, descrivendo, in particolare, le infruttuose ricerche del debitore nel luogo di residenza, dimora, o di domicilio, con conseguente illegittimità della notifica qualora la ...
Ipoteca inefficace dopo 20 anni? Il pignoramento è valido e il creditore può comunque esproriare l'immobile
Il cessionario della banca mutuataria può pignorare la casa anche dopo l'estinzione dell'ipoteca. L'inefficacia dell'ipoteca per decorso del termine ventennale, infatti, ai sensi dell'articolo 2847 Cc, sopravvenuta nel corso del processo esecutivo iniziato dal creditore ipotecario nei confronti del debitore che sia anche proprietario del bene ipotecato, non comporta la ...
Decreto ingiuntivo non notificato correttamente? I rimedi: opposizione all'esecuzione ed opposizione tardiva
In caso di esecuzione forzata, iniziata con un decreto ingiuntivo non notificato correttamente, gli unici rimedi per il debitore sono presentare l'opposizione all'esecuzione o l'opposizione tardiva. In tema di esecuzione forzata avviata sulla base di un decreto ingiuntivo, infatti, occorre distinguere tra l'ipotesi di deduzione della inesistenza della relativa notificata ...
Decreto ingiuntivo immediatamente esecutivo anche se c'è opposizione del debitore
Per ridurre i tempi di recupero dei crediti vengono adottati termini più brevi per la facoltà dei debitori di fare opposizione agli atti dell'esecuzione: il giudice deve disporre la provvisoria esecuzione di un decreto ingiuntivo per le somme non contestate, anche in presenza di una opposizione del debitore. Così stabilisce ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Tassonomie

Cerca