Situazione un pò contorta. Potete aiutarmi?

La situazione di mia madre, cerco di riassumerla in breve: mio padre non passa gli alimenti ormai da 6 mesi e lei non ha un reddito proprio. C'è una sentenza di separazione che ovviamente quantifica i soldi che lui dovrebbe pagare mensilmente e in più a carico di lui c'è anche il pagamento delle tasse (anche questo mai corrisposto e son passati 2 anni).

Lei è terrorizzata che le portino via la casa . Mia madre ha fatto denuncia ai carabinieri ma la cosa sembra andare per le lunghe. Dato che c'è una sentenza mia madre potrebbe fare un precetto per tentare di recuperare i soldi? Se sì deve fare causa e quindi sborsare ancora denaro oppure no? ( Lui ha la pensione lo stipendio la casa e 2 auto).

Con una sentenza di separazione già esistente e la violazione degli obblighi in essa previsti, i tempi per decreto ingiuntivo e precetto non sono lunghi ed i costi per l'assistenza legale senz'altro contenuti.

A parte le due auto, la legge consentirebbe il pignoramento di un terzo della pensione per crediti alimentari e l'iscrizione di ipoteca sull'immobile di proprietà di suo padre, non escludendo la successiva espropriazione in caso di reiterata omissione nel versamento degli alimenti.

Il suggerimento è quello di contattare un legale e proporgli un patto di quota lite, ovvero una percentuale sugli importi che egli riuscirà a recuperare attraverso azioni esecutive promosse nei confronti di suo padre.

11 giugno 2012 · Ornella De Bellis

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Mantenimento » Figlia vive sola? Madre perde assegno e casa familiare
In tema di separazione, nel caso il figlio affidato andasse a vivere da solo, la madre affidataria perderebbe l'ex casa familiare e il mantenimento della ragazza corrisposto dall'ex coniuge obbligato. Questo importante principio è stato stabilito dalla Corte di Cassazione la quale, con la pronuncia 24510/2013, ha stabilito che: L'avvenuta ...
Debiti e responsabilità patrimoniale dei soci sas
In una Sas i soci accomandanti rispondono solo nei limiti della quota conferita (responsabilità limitata), i soci accomandatari, invece, rispondono illimitatamente e solidalmente per i debiti della società. Da quello che riferisce Lei sarebbe una socia accomandante, pertanto, in assenza di eventuali ed ulteriori vincoli o garanzie prestate, al momento ...
Nulla la notifica del verbale di multa effettuata presso l'abitazione della madre del destinatario
E' nulla la notifica di un verbale di multa, per infrazione al Codice della strada, consegnato alla madre del destinatario, non nella abitazione di quest'ultimo ma nella abitazione della madre. Secondo i giudici della Corte di cassazione (sentenza numero 7830/15) non basta che la persona cui sia stato consegnato l'atto ...
Sinistro stradale causato da veicolo non identificato - La denuncia all'Auorità non è prerequisito per ottenere il risarcimento da parte dell'impresa designata per conto del Fondo di garanzia vittime della strada (FGVS)
Nel caso di sinistro stradale causato da veicolo non identificato, l'omessa denuncia dell'accaduto all'autorità di polizia od inquirente non è sufficiente, in sé, a rigettare la domanda di risarcimento proposta, nei confronti dell'impresa designata dal Fondo di Garanzia per le vittime della strada. Allo stesso modo, la presentazione di denuncia ...
Miserie umane ed eredità - spese del funerale e crediti alimentari
Padre, madre e fratelli coltelli. Muoiono i genitori, uno dei fratelli paga i funerali, poi si rivolge al tribunale per ottenere dall'altro la metà delle spese sostenute. Secondo il ricorrente, infatti, è pacifico che le spese funerarie siano da ricomprendersi fra i pesi ereditari e, pertanto, il coerede che le ...

Briciole di pane

Altre info



Cerca