Rc auto e sconti obbligatori per chi installa la scatola nera - A che punto siamo?

Vorrei sapere se è passata o meno la disposizione per la quale le compagnie assicurative sono tenute a praticare degli sconti obbligatori per chi installa la scatola nera sul proprio veicolo.

Non se ne è fatto più nulla?

In realtà questo provvedimento sarebbe dovuto partire già un anno fa, ovvero, il 10 luglio del 2018 e invece gli sconti obbligatori previsti dal Ddl concorrenza vengono ancora applicati solo a discrezione delle compagnie.

L'imposizione dei bonus è ancora lontana a causa della mancanza del Decreto attuativo, che secondo il Ministero competente è fermo in pubblica consultazione per alcune criticità legate alla scatola nera.

Ricordiamo che l'installazione sul mezzo della black box è un requisito fondamentale affinché si possano applicare gli sconti.

Il primo problema attiene alla privacy del dispositivo, visto che si discute sull'eventuale necessità di monitorare lo stile di guida di ciascun assicurato anche quando non si verificano sinistri, al fine di calcolare meglio l'entità dello sconto e dunque la tariffa RC Auto.

La seconda criticità sulla scatola nera riguarda invece la sua attendibilità.

La bozza del Decreto attuativo riconosce allo stesso congegno un margine di tolleranza di 10 metri sulla determinazione dell'esatta posizione del veicolo, uno scarto considerato troppo alto per definire con certezza la dinamica di un incidente.

Comunque, le modalità per determinare i tagli alle tariffe decisi dal Ddl concorrenza sono state disciplinate dal Regolamento 37/2018 dell'IVASS (Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni).

La scatola nera è anche alla base dei cosiddetti sconti aggiuntivi, che saranno applicati ai soggetti che negli ultimi quattro anni non hanno provocato sinistri con responsabilità esclusiva o principale o paritaria.

Gli assicurati interessati sono solo quelli risiedano nelle province a maggiore tasso di sinistrosità e con premio medio più elevato, rispondenti a una lista che comprende le province di Toscana (tranne Arezzo, Grosseto e Siena), Puglia (eccetto Lecce), Calabria e Campania (a esclusione di Cosenza e Avellino).

2 agosto 2019 · Andrea Ricciardi

Condividi il post su Facebook e/o Twitter - Iscriviti alla mailng list e ai feed di indebitati.it


condividi su FB condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

   Seguici su Facebook

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?