Problemi di cambiali non pagate: quando si prescrivono?

Nel 2008 un mio amico amico ha comprato un pub con cambiali, che iniziò a pagare il 20 ottobre e la cui ultima scadenza sarebbe stata il 20 settembre 2013. Io, purtroppo, ho fatto da garante alle cambiali: questo mio amico (se si può chiamare così) non le ha più pagate dal 20 aprile 2009 e risulta nullatenente in questo momento. Il creditore mi ha chiamato per pagare e mi hanno tolto il 5° dello stipendio: però ci sono altre cambiali che sono scadute dal 20 febbraio 2012 e queste fino ad oggi non mi hanno chiamato per pagare. Quando vanno in prescrizione?

Le rate che mi hanno fatto dalla busta paga, da settembre dell'anno scorso non sono più state pagate perché sono andato sotto l'inps, ha anche queste la prescrizione se è si in quanto tempo?

Probabilmente, per l'acquisto del pub, al suo amico fu erogato un prestito cambializzato, cioè un prestito che avrebbe dovuto essere rimborsato mensilmente, attraverso il pagamento delle cambiali. Ai tempi, quando il debitore non pagava, o ritardava, il pagamento di 7 rate anche non consecutive del prestito, il creditore poteva invocare la cosiddetta decadenza del beneficio del termine (DBT): il che comporta che il debitore è tenuto a pagare il residuo in un'unica soluzione.

Questo per dire che lei, in qualità di garante, è già stato individuato come soggetto obbligato al pagamento di quanto non rimborsato dal suo amico. Cioè di tutte le rate già scadute dal 20 aprile 2009 alla data in cui le è stato pignorato lo stipendio (nel febbraio 2012) e di tutte le rate che sarebbero scadute successivamente, a partire da marzo 2012 fino al settembre 2013 (naturalmente gravate da interessi moratori e spese legali).

Messe così le cose, la prescrizione decennale dell'intero debito residuo, di cui lei dovrà rispondere, decorre dalla data di prelievo dell'ultimo 20% di stipendio andato a buon fine (settembre 2016) prima di essere collocato in mobilità e percepire l'indennità che, avendo natura di sussidio, non poteva essere pignorata.

In conclusione, a partire dal settembre 2026 lei potrà eccepire la prescrizione del debito residuo, ma solo se, nel frattempo, il creditore non si sarà fatto vivo, con comunicazioni (anche non ritirate) di rinnovo della pretesa presso la sua residenza anagrafica.

14 ottobre 2017 · Simone di Saintjust

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

prescrizione e decadenza dei debiti e dei crediti

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Quando il chiamato rinuncia all'eredità o perde il diritto di accettare
Come ben sanno i creditori, la legge mette a disposizione uno strumento molto efficace a loro tutela nel caso in cui vi sia accettazione dell'eredità con beneficio di inventario. Lo scopo della tutela è quello di abbreviare il termine decennale per l'accettazione. L'articolo 481 del codice civile, infatti, può prevedere ...
Eredità - Quando il chiamato debitore muore prima di accettare o rinunciare
Famiglia con madre padre e due fratelli: muore prima la madre e i figli diventano eredi, senza aver fatto la successione in quanto nel loro caso non necessaria, in quanto sono presenti poche migliaia di euro presenti su un conto in comune con la madre e basta, niente case ne ...
Cattivi pagatori e rate pagate in ritardo
Il Decreto Sviluppo convertito in legge il 12 luglio 2011, nell'articolo 8-bis riguardante la cancellazione di segnalazioni dei ritardi di pagamento, fissava il termine di 5 giorni lavorativi per oscurare le informazioni relative a ritardi di pagamento di rate mensili o semestrali. Al momento della regolarizzazione dei pagamenti, le segnalazioni ...
Quando il creditore può accettare l'eredità in nome e per conto del debitore rinunciante
Purtroppo Giancarlo, sul suo debito non è invocabile alcuna prescrizione, dato che prima del 31 dicembre 2010 una finanziaria (cui è stato evidentemente ceduto il credito garantito dalla sua fideiussione) le ha chiesto di regolarizzare la sua posizione. Qualsiasi donazione dei beni di proprietà ad opera di un debitore può ...
Cambiali ed assegni post datati - nelle mani delle società di recupero crediti nuocciono gravemente alla salute del debitore!
Sono protestata da quasi un anno e mezzo e non sono riuscita ancora a saldare il mio debito. Dopo lettere intimidatorie da parte delle societa recupero crediti, visite di procuratori ed agenti esattoriali, ufficiali giudiziari, sono ancora col dubbio di quanto possa ancora resistere all'avviso di un pignoramento e quanto ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca