Reddito di cittadinanza – Se convivo con i miei genitori posso formare un nucleo familiare a parte?

Sono una donna di 40 anni con tre figli, due maggiorenni e uno minorenne, dopo 20 anni di matrimonio mi sono separata e tra qualche mese aspetto il divorzio: abbiamo optato per l’affidamento congiunto per quanto riguarda i ragazzi, con residenza anagrafica presso il padre, io invece sono ritornata a vivere con i miei genitori.

Io non lavoro e quando mi sono recata al patronato per richiedere il reddito di cittadinanza, mi hanno detto che a me non spetta perché faccio parte del nucleo familiare di mio padre,per non pesare sui miei ora io chiedo ma è possibile che io non possa usufruire di qualche sussidio, visto che due settimane al mese i miei figli stanno con me a casa dei miei?

Tutto ciò é avvilente perché quando ho cambiato residenza ho sottolineato come ospite presso i miei genitori: ritornare a essere figlia di famiglia essendo madre tutto ciò è assurdo. Spero in un vostro aiuto.

Purtroppo, non è possibile formare una famiglia anagrafica distinta dai propri genitori se si convive con essi: in pratica, pur dichiarando di essere ospite all’atto del trasferimento di residenza, si viene inclusi nello stesso stato di famiglia dei genitori, perché, per legge non possono esistere due famiglie anagrafiche distinte e conviventi se fra i membri dell’una e i componenti dell’altra insistono vincoli di parentela.

Da ciò discende che il nucleo familiare è uno solo, formato, nella fattispecie da genitori e figlia. Ora, il reddito di cittadinanza è una misura di contrasto alla povertà del nucleo familiare e non della singola persona (a meno che non faccia parte di un nucleo familiare costituito da un’unica persona), ragion per cui, per la verifica dei requisiti di accesso al beneficio concorrono anche i redditi ed il patrimonio dei genitori inclusi nel nucleo familiare.

Per aver diritto al reddito di cittadinanza deve andare a convivere con una famiglia i cui componenti non abbiano relazione di affinità o di parentela con l’ospite, in modo da poter formare, un nucleo familiare a parte, formato da lei sola.

6 Ottobre 2019 · Genny Manfredi

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Non rientro nel reddito di cittadinanza - Come posso uscire dal nucleo familiare dei miei genitori?
Sono single senza reddito, invalida civile al 60%, ho 45 anni disoccupata dal 2006 e vivo da sempre con i genitori ora pensionati, proprietari di casa. Posso richiedere il reddito di cittadinanza o faccio parte del loro nucleo? Come faccio a togliermi dal loro nucleo e risultare da sola un nucleo a parte? Devo andare in affitto e cambiare comune? ...

Reddito di cittadinanza - Posso richiederlo se risiedo da solo e non convivo con i miei genitori?
Voglio richiedere Il reddito di cittadinanza, ma ho un dubbio: attualmente vivo con i miei genitori,entrambi percepiscono una pensione di Anzianità Tuttavia io risulto ancora residente nel mio vecchio domicilio in cui non vivo da più e che non ho ancora cambiato al comune. non ho alcun reddito ne lavoro,posso richiedere il rdc lasciando le cose come stanno oppure rischio problemi penali? ...

Reddito di Cittadinanza - Convivo con i miei genitori pensionati
Sono un ragazzo di 28 anni disoccupato: sono in cerca di occupazione senza riuscirci e vivo con mia madre dipendente pubblica e mio padre pensionato, entrambi con un reddito annuo lordo di circa 26 mila euro. Non sono a loro carico fiscalmente, però non lavoro. Posso accedere al reddito di cittadinanza? ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Famiglia lavoro pensioni • DSU ISEE ISEEU • nucleo familiare famiglia anagrafica e sostegno al reddito • successione eredità e donazioni del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Reddito di cittadinanza – Se convivo con i miei genitori posso formare un nucleo familiare a parte?