Pompa di calore per riscaldamento in appartamento – Come funziona e quanto si risparmia in bolletta?

Argomenti correlati: ,

Spendo troppo in bolletta del gas per il riscaldamento nella mia abitazione (caldaia autonoma) e sono tentato di passare ad una pompa di calore.

Non ne so molto, però sull’argomento.

Di cosa si tratta, in sostanza?

Quanto si risparmia?

Attualmente, in Italia, il sistema più diffuso per il riscaldamento negli appartamenti è l’impianto con termosifoni e caldaia (alimentata a gasolio o a gas) autonoma o centralizzata.

Esistono, però, soluzioni più vantaggiose che si stanno diffondendo rapidamente: si tratta di impianti basati sul principio della “pompa di calore”, che permettono di ottenere con lo stesso impianto il riscaldamento invernale ed il condizionamento estivo.

Questi impianti sono composti da un apparecchio esterno e da uno o più elementi interni, che vengono installati nei locali da climatizzare.

A differenza delle soluzioni “tradizionali”, le pompe di calore, con un consumo energetico inferiore, permettono, oltre al riscaldamento dell’ambiente, anche il condizionamento estivo e la deumidificazione dell’aria.

Inoltre, la particolarità di questi sistemi è che vengono alimentati con energia elettrica e non con metano o gasolio.

La ragione della loro efficienza e del loro vantaggio è che, per ogni unità di energia elettrica consumata, le pompe di calore producono circa quattro unità di energia termica.

In caso di sostituzione della caldaia tradizionale con un sistema di riscaldamento e condizionamento a pompa di calore, una famiglia può ridurre la propria bolletta energetica anche fino al 40%, oltre a poter deumidificare e raffrescare gli ambienti nella stagione estiva.

La loro convenienza aumenta ancora di più quando è possibile abbinarle ed alimentarle con un impianto fotovoltaico: in questo caso, un impianto correttamente dimensionato, può portare a livelli minimi la bolletta energetica della famiglia per il riscaldamento ed il condizionamento estivo.

Naturalmente, prima di decidere di sostituire l’impianto di riscaldamento tradizionale con un impianto a pompe di calore in un edificio già esistente, è necessario farsi fare da un Organismo indipendente una Analisi Energetica dell’abitazione, in modo da valutare correttamente i costi/benefici, l’entità dell’investimento occorrente ed il tempo di ritorno delle spese sostenute.

Questi impianti, che possono essere installati sia in una villa che in un appartamento condominiale, a tutt’oggi rientrano nei casi di applicabilità della detrazione fiscale sulle spese per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici.

20 Novembre 2019 · Giovanni Napoletano

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Agevolazioni fiscali per il risparmio e l'efficientamento energetico - Sconto del 50% sul prezzo di acquisto di un dispositivo a pompa di calore integrata con caldaia a condensazione
Si ha diritto ad una detrazione del 50% per le spese sostenute dal 1° gennaio 2019, relative alla sostituzione di un impianto di climatizzazione invernale (impianto di riscaldamento) con un impianto ibrido, costituito da pompa di calore integrata con caldaia a condensazione, assemblato in fabbrica ed espressamente concepito dal fabbricante per funzionare in abbinamento tra loro. Il beneficio spetta anche senza effettuare lavori di ristrutturazione e senza seguire la procedura di autorizzazione presso ENEA: è previsto dall'articolo 14 della legge 63/2013 così come modificato dall'articolo 10 del decreto Crescita (decreto legge 34/2012). Il soggetto avente diritto alle detrazioni può optare, ...

Installati i dispositivi di contabilizzazione del calore ma l'amministratore ci chiede di ripartire le spese di riscaldamento secondo i millesimi - Posso rifiutarmi di pagare?
Il condominio in cui abito ha installato come prevede la nuova normativa i contabilizzatori di calore ai termosifoni completi anche di valvole termostatiche. Ci troviamo quindi in questo anno a pagare le bollette secondo gli effettivi consumi. La ditta installatrice si era impegnata a fare le dovute letture per poi ripartire le spese entro l'11 febbraio 2017 ma ciò non è avvenuto. Abbiamo ricevuto quindi una lettera dell'amministratore con inclusi cinque bollettini postali in cui ci è stato invitato a pagarli tutti in attesa della contabilizzazione che non è avvenuta. Seguirà poi un futuro conguaglio. La mia spesa supera i ...

Assicurazione rc auto - Quanto si risparmia con l'antifurto satellitare?
Dopo anni di risparmio e sacrifici mi sono regalato il SUV dei miei sogni: il mio consulente assicurativo mi ha proposto di montarci l'antifurto satellitare, perché, a suo dire, consente un notevole risparmio sull'rc auto. L'apparecchio, però, costa molto. Vorrei sapere se dotare la mia auto di questo dispositivo è conveniente o meno. ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Tutela del consumatore e risarcimento danni a persone e cose del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Pompa di calore per riscaldamento in appartamento – Come funziona e quanto si risparmia in bolletta?