Reddito di Cittadinanza fruito indebitamente da un proprietario di immobile che vive altrove in affitto


Se il debitore non vive nella casa di proprietà, la casa potrà essere espropriata dal Concessionario (AdER) solo se il debito supera i 120 mila euro





Per evitare il pignoramento dell’immobile di mia proprietà, in seguito a revoca del Reddito di Cittadinanza (RdC), posso spostare la mia residenza nell’immobile di mia proprietà (attualmente vivo altrove in affitto)? Dovrei spostare la residenza prima che avvenga la notifica di pignoramento, per bloccare quest’ultimo? Grazie

Se non ha intenzione di adempiere alla richiesta di restituzione dell’indebito da parte di INPS, il credito sarà successivamente azionato da Agenzia delle Entrate Riscossione (Ader), che potrà espropriare l’immobile del debitore, qualora l’immobile non costituisca residenza del debitore, solo se l’importo del debito esattoriale risulterà essere maggiore di 120 mila euro.

23 Novembre 2022 · Paolo Rastelli


Se il post ti è sembrato interessante, condividilo con il tuo account Facebook

condividi su FB

    

Seguici su Facebook

seguici accedendo alla pagina Facebook di indebitati.it

Seguici iscrivendoti alla newsletter

iscriviti alla newsletter del sito indebitati.it




Fai in modo che lo staff possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona!




Cosa stai leggendo - Consulenza gratuita

Stai leggendo Forum – Famiglia lavoro pensioni • DSU ISEE ISEEU • nucleo familiare famiglia anagrafica e sostegno al reddito • successione eredità e donazioni » Reddito di Cittadinanza fruito indebitamente da un proprietario di immobile che vive altrove in affitto. Richiedi una consulenza gratuita sugli argomenti trattati nel topic seguendo le istruzioni riportate qui.

.