Pignoramento dello stipendio per assegni di mantenimento – Quanto può essere prelevato dalla retribuzione?

Io ho uno stipendio di 1580 euro e pago un mutuo di 780 euro mensili e ho un altro finanziamento in corso di 317 euro: sono in fase di separazione e comincio ad avere difficoltà nel versare un mantenimento di 500 euro per crediti alimentari. Ora mia moglie vuole pignorarmi lo stipendio: in che misura potrebbe essermi pignorato?

Cominciamo subito con lo sgombrare il campo da alcuni equivoci: mutui e prestiti gravanti (ad eccezione della cessione del quinto e di eventuali pignoramenti in corso) non hanno alcuna valenza limitativa nel pignoramento dello stipendio del debitore.

L’articolo 545 del codice di procedura civile stabilisce, fra l’altro, che le somme dovute da privati a titolo di stipendio, di salario o di altre indennità relative al rapporto di lavoro o di impiego, comprese quelle dovute a causa di licenziamento, possono essere pignorate per crediti alimentari nella misura autorizzata dal presidente del tribunale o da un giudice da lui delegato.

Inoltre, la normativa vigente (sempre l’articolo 545 del codice di procedura civile) dispone che il pignoramento dello stipendio non può estendersi oltre la metà di quanto percepito dal debitore sottoposto ad azione esecutiva, al netto degli oneri fiscali e contributivi.

Insomma, credo che, nel caso prospettato, il coniuge separato procedente nei confronti del coniuge obbligato e inadempiente nel corrispondere il mantenimento fissato in sede giudiziale, avrà diritto, qualora abbia ottenuto anche l’affidamento dei figli minorenni e/o non ancora economicamente autosufficienti, all’intero importo di 500 euro.

7 Settembre 2018 · Annapaola Ferri

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Pignoramento dello stipendio per risarcimento su cui grava ritenuta ex articolo 8 legge 898/1970 o articolo 156 codice civile - Di quanto potrà essere decurtata la mia retribuzione mensile?
Sono stato condannato al risarcimento del danno da reato: sono dipendente di una società dalla quale percepisco uno stipendio netto mensile di circa 1600 euro. Sono separato legalmente dal 2014 e come da accordi di separazione la mia società versa ogni mese alla mia ex moglie 800 euro. Vorrei sapere gentilmente se il mio stipendio è pignorabile e quanto potrebbe essere pignorato. ...

Pignoramento dello stipendio quando una parte rilevante è destinata al mantenimento dei figli
In riferimento a questa discussione voi dite, in sostanza, che la trattenuta di 700 euro sullo stipendio per gli alimenti a favore dei figli non esclude che altri creditori tipo banca possano soddisfare i propri crediti. Sembrerebbe necessario che la mia ex moglie richieda il pignoramento per gli alimenti, non essendo sufficiente una decisione già autorizzata dal giudice con accordo delle parti. ...

Con lo stipendio corrispondo mensilmente un assegno di mantenimento ai figli - Cosa mi rimane della busta paga in caso di pignoramento esattoriale ed ordinario?
Percepisco euro 1250 da lavoratore dipendente: pago mantenimento per figli di 650 euro mensili e mi rimangono 600 euro. In caso di possibile pignoramento dallo stipendio da parte di agenzia entrate e del condominio, equivalente a due volte il quinto, il giudice terrà conto dell'assegno di mantenimento dei figli prevalendolo e lasciandomi il minimo vitale della metà dello stipendio? ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Famiglia lavoro pensioni • DSU ISEE ISEEU • nucleo familiare famiglia anagrafica e sostegno al reddito • successione eredità e donazioni del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Pignoramento dello stipendio per assegni di mantenimento – Quanto può essere prelevato dalla retribuzione?