Pignoramento canoni di locazione – Agenzia delle Entrate Riscossione non può entrare in questioni interne


Un signore percepisce un affitto da un negozio, che è in comproprietà, dove l’Equitalia ha iscritto ipoteca: ora dovrebbe arrivare un pignoramento da parte dell’Equitalia. Nel caso di pignoramento dei canoni di locazione gli altri comproprietari possono chiedere all’Equitalia di sostituire la percezione dei canoni da parte della stessa con l’acquisto da parte dei comproprietari della quota di proprietà dell’esecutato? Quindi comprando la sua quota al posto della percezione dei canoni?

A parte il fatto che chi propone il quesito nemmeno si degna di precisare che solo uno dei comproprietari è debitore, andrebbe precisato, che se così fosse, Agenzia delle Entrate Riscossione (ex Equitalia) potrebbe prelevare il canone di locazione corrisposto dal terzo pignorato solo parzialmente, in misura della quota di comproprietà del debitore.

Ad ogni modo, Agenzia delle Entrate Riscossione si occupa esclusivamente della riscossione coattive dei crediti vantati dalla Pubblica Amministrazione, e, sicuramente, fra i suoi compiti non rientra quello di accettare transazioni e surroghe proposte dai comproprietari non debitori.

21 Maggio 2019 · Ornella De Bellis



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Pignoramento canoni di locazione – Agenzia delle Entrate Riscossione non può entrare in questioni interne