Pignoramento arretrati pensione - Quali sono i limiti?

Mio padre attende da giugno 2018 di accedere alla sua pensione che ammonta a circa 630 euro: a causa di ritardi imputabili principalmente a PreviMil (ente di previdenza militare), non ha ancora avuto accesso a tale pensione che - sembra - sarà riscuotibile solo da novembre 2018 (arretrati inclusi). A causa di un debito presso terzi, l'Inps ci informa che è stato chiesto il blocco di tali arretrati, e che la legge impone loro di effettuarlo. Mi chiedo: è vero? E se sì, con che limiti?

Il suggerimento è quello di affidarsi ad un avvocato per diffidare l'INPS (ed il responsabile del procedimento) dall'operare il paventato blocco: nel caso in cui l'Istituto Nazionale di Previdenza Sociale dovesse mettere in pratica la minaccia, non resta altra strada che quella di ricorrere al giudice delle esecuzioni perchè non è legittimo prelevare un importo a favore del creditore procedente solo in ragione dei ritardi riconducibili alla Pubblica Amministrazione, considerando che i singoli ratei, invece, sarebbero impignorabili ai sensi della normativa vigente.

Infatti, le somme da chiunque dovute a titolo di pensione, di indennità che tengono luogo di pensione o di altri assegni di quiescenza, non possono essere pignorate per un ammontare corrispondente alla misura massima mensile dell'assegno sociale, aumentato della metà. La parte eccedente tale ammontare è pignorabile nei limiti previsti dal terzo, quarto e quinto comma nonché dalle speciali disposizioni di legge.

Così dispone, fra l'altro, l'articolo 545 del codice di procedura civile.

Ora, a partire da gennaio 2018, l'importo massimo dell'assegno sociale ammonta a 453 euro, erogato in tredici ratei esenti da tassazione IRPEF.

Quindi, la misura massima dell'assegno sociale, aumentata della metà, ammonta a circa 680 euro: ne discende che il rateo della pensione spettante a suo padre è impignorabile, esclusa la tredicesima (che dovrebbe subire una ritenuta del 20%) ma che, tuttavia, nella fattispecie, non è inclusa negli arretrati.

3 ottobre 2018 · Lilla De Angelis

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

pignoramento pensione

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Pensione di invalidità e truffa - limiti al sequestro preventivo
Il sequestro della pensione di invalidità e dell'indennità di accompagnamento è ammesso fino al quinto, anche nel caso di truffa La pensione di invalidità può essere sequestrata a fini di confisca solo fino al quinto, anche laddove si ipotizzi la truffa. Questo principio deriva dalla regola generale dell'ordinamento processuale, desumibile ...
Trattenute sulla pensione per il recupero di pagamenti non dovuti - L'INPS può prelevare il 20% solo sull'importo che eccede il minimo vitale
In tema di indebito previdenziale, l'Inps, salvo il diritto di chiedere la restituzione del pagamento non dovuto, può recuperare gli indebiti e le omissioni contributive anche mediante trattenute sulla pensione, in via di compensazione, col duplice limite che la somma oggetto di cessione, sequestro, pignoramento o trattenuta non superi la ...
Annullato dal Tribunale il pignoramento del conto corrente invece del quinto della pensione
Accade a Pesaro dove un pensionato ha subito il pignoramento da Equitalia dell'intero conto corrente, invece della sola quota mensile prevista dalla legge. Con i conseguenti prevedibili disagi: nessuna risorsa per mangiare e pagare le bollette. I debiti del pensionato erano riconducibili a versamenti contributivi non effettuati all'INPS nel corso ...
Anche la moglie separata con addebito per colpa, che non percepisce l'assegno di mantenimento, ha diritto alla pensione di reversibilità
Non è giustificabile il diniego da parte dell'INPS, al coniuge cui fosse stata addebitata la separazione per colpa, di una tutela che assicuri la continuità dei mezzi di sostentamento che il defunto coniuge sarebbe stato tenuto a fornirgli. Peraltro, la legge 903/1965, che disciplina la concessione della pensione di reversibilità, ...
Pensione di invalidità civile » Se la domanda è ancora in sospeso per ottenerla va conteggiato il reddito personale
Pensione di invalidità civile: conta il reddito personale o quello familiare? Pensione di invalidità civile: va conteggiato il reddito personale e non quello familiare, se la domanda è ancora in sospeso. Questo, in sintesi, l'orientamento espresso dalla Corte di Cassazione, con sentenza 21807/14. Secondo quanto si apprende dalla pronuncia in ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca