Pagamento di una cartella esattoriale dall’estero con bonifico bancario


Sono un italiano con residenza all’estero ed iscritto al AIRE da circa 6 anni: nel 2002 avevo una società in accomandita semplice che poi é stata chiusa nel 2006, ed ora mi é giunta una cartella esattoriale di quegli anni, ma non so come risolvere la situazione. Esiste qualche altro tipo di soluzione per consentire di pagare dall’estero?

Per il pagamento di una cartella esattoriale dall’estero si può effettuare un bonifico bancario indicando obbligatoriamente nella causale il codice fiscale e il numero del documento che si intende pagare nonché, in caso di rateizzazione, anche il numero di protocollo del piano e quello della rata che si vuole pagare.

A questo indirizzo troverà l’elenco degli IBAN per individuare il conto corrente dell’Agenzia delle Entrate Riscossione territorialmente competente (in pratica quella che ha inviato la cartella esattoriale) a cui trasmettere l’importo dovuto con bonifico bancario.

Come potrà constatare, oltre all’IBAN del conto corrente dell’Agenzia territoriale tenuto presso la banca d’appoggio, per ciascuna Agenzia, è indicato anche il Bank International Identifier Code (BIIC), conosciuto anche come codice SWIFT, della medesima banca d’appoggio, che serve, insieme all’IBAN, per poter effettuare un trasferimento di denaro su circuito bancario internazionale.

27 Luglio 2019 · Paolo Rastelli



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?