Pagamento da parte del nuovo datore di lavoro di cessione del quinto sottoscritta durante l’impiego presso un precedente datore di lavoro

Argomenti correlati:

Vorrei sapere se il datore di lavoro è tenuto a pagare un debito derivante dalla richiesta di una società di recupero crediti che opera per conto di una assicurazione garante di cessione del quinto, a suo parere estinta anticipatamente con Tfr e per il quale residuo io non sono a conoscenza; e inoltre il datore di lavoro deve avvertire il dipendente che sta effettuando tale pagamento?

Alla cessazione dal servizio, la cessione di quote di stipendio o salario in corso di estinzione estende i suoi effetti al nuovo datore di lavoro (articolo 55 dpr 180/1950).

Se il lavoratore ritiene precedentemente estinta la propria obbligazione, si tratta di una questione che deve essere regolata e risolta con il creditore con accordo stragiudiziale, oppure innanzi all’Arbitro Bancario Finanziario o al Giudice ordinario.

Il datore di lavoro è tenuto ad operare la trattenuta richiesta dal creditore e ne dà conto al lavoratore attraverso il dettaglio della busta paga.

Di solito, l’assicurazione (o chi per lei), dopo la cessazione dal servizio del dipendente per dimissioni e dopo aver indennizzato il creditore che aveva erogato la cessione del quinto in corso di estinzione, acquisisce i diritti del creditore indennizzato ed opera in surroga sul debitore che ha trovato altra occupazione come lavoratore dipendente.

14 Giugno 2019 · Ornella De Bellis

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Il datore di lavoro attuale è obbligato a continuare la trattenuta per un prestito su cessione del quinto ottenuto e non rimborsato durante un precedente impiego?
In merito a questa precedente discussione, avrei bisogno ancora di chiarimenti e quindi ripropongo il quesito, dettagliandolo con ulteriori elementi. In un precedente lavoro, assunto a tempo indeterminato, avevo 2 trattenute in busta paga (una cessione e una delega), sono stato licenziato per giusta causa e adesso una società di recupero crediti comunica al mio attuale datore di lavoro di versare queste due trattenute direttamente a loro per continuare il pagamento citando ex art. 1264 del cc e scrivendo il testo seguente: Si evidenzia che ex art. 1264 codciv, il debitore ceduto che ha conoscenza dell'avvenuta cessione non provvedesse al ...

Cessione del quinto dello stipendio - Il nuovo datore di lavoro è obbligato ad operare la trattenuta?
Forse non mi sono spiegato bene: il mio datore mi ha fatto vedere la lettera di notifica e poi con quella sono andato da un avvocato per chiedere consiglio e costui mi ha invitato a continuare a far pagare il mio datore di lavoro ed è li che mi è venuto in mente una cosa. Qua di ingiunzione non vi è nulla, solo la lettere di un avvocato di roma della ibl che chiede ai miei datori di continuare a pagare il mio finanziamento perché vige una legge del 1950 che non si può non pagare. Ora vado a vedere ...

Cessione volontaria del quinto - Come funziona in caso di dimissioni e successiva riassunzione presso un nuovo datore di lavoro?
Ho sottoscritto un contratto di cessione dei quinto con una ditta nel 2014 e nel 2016 mi sono dimessa e mi ha riassunta un'altra società: adesso la finanziaria dopo aver incassato il mio TFR rimane scoperta di 4000 euro di debito e ha fatto richiesta al nuovo datore di lavoro il proseguo della cessione. La mia domanda è: il nuovo datore è obbligato? Io posso oppormi? Proponendo un rientro con bonifico bancario e non con cessione? ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Pagamento da parte del nuovo datore di lavoro di cessione del quinto sottoscritta durante l’impiego presso un precedente datore di lavoro